jump to navigation

biscotti alle castagne 12 settembre , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
Tags: , , , , ,
add a comment

Con questo tempo così incerto ieri mi son messa a formare questo strano grappolo d’uva formato però da tanti biscottini alle castagne e marmellata con un gusto particolare che ricorda il fresco autunno, dove nel frattempo ti immagini le foglie brune che cadono, la prima nebbiolina che la sera diventa una pesante coltre fredda e umida..ma poi ti ricordi ciò che stai mangiando..allora vai in cucina con la tua calda vestaglia, ti prepari una bella tazza fumante di tisana rilassante e ti metti davanti al caminetto al calduccio..e ci tuffi questi biscotti autunnali alle castagne..

Ma tutto questo non ora, tra qualche mese anche perchè chi accenderebbe ora il caminetto??

Biscotti alle castagne

125 g farina “00”

125 g farina di castagne

130 g burro

40 g tuorli (2)

60 g zucchero

marmellata a piacere q.b.

  • Porre tutti gli ingredienti nel mixer tranne la marmellata e azionarlo per 30 sec circa, finchè non si sarà ottenuta una palla omogenea, impellicolare  eporre 1 ora in frigo
  • Formare palline da 10 g cad., formare una fossetta nel centro e con un sac à poche o un cucchiaino porre nella fossetta la marmellata
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti circa

crostata crumble al cocco e frutti di bosco 27 agosto , 2011

Posted by vogliadidolci in crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Non vi è mai capitato di essere invitati all’ultimo minuto e di non voler arivare a mani vuote? A me si, e questa era una tra quelle occasioni. Una crostata nata nell’ultima mezz’ora disponibile prima di dover arrivare all’appuntamento, atta anche a dover sodiasfare le golosità e le voglie di una ragazza incinta.

Cocco, frutti di bosco, anice…un matrimonio combinato pennsando ai gusti e alle sensazioni improvvise, del momento.

Anche perchè era da tanto che non accendevo il mio forno (nonostante questo caldo).

Avevo una certa nostalgia di queste mie mani che impastano, provano, pensano, tirano la pasta e mescolano sapori nuovi che poi diventeranno un dolce.

Queste vacanze ingiro per l’Italia appena finite mi hanno proprio rilassata e aiutata a riassemblare le idee un pò su tutto e quando sono rilassata…mi piace mettermi ad impastare o a creare qualcosa di mai fatto.

Crostata crumble al cocco, marmellata e frutti di bosco (per una crostata da 20 cm di diametro)

Pasta Frolla:

200 g farina “00”

130 g burro

50 g cocco rapè (farina di cocco)

70 g zucchero semolato

40 g tuorli (2)

2 cucchiai acqua

Ripieno:

4 cucchiai di marmellata alle ciliegie all’anice (ma va bene anche ciliegie o frutti di bosco)

2 cucchiai latte (facoltativi)

frutti di bosco (vanno bene anche quelli surgelati)

  • Porre tutti gli ingredienti della frolla nel frullatore e azionare per 20 secondi circa finchè non si otterrà un impasto omogeneo.
  • Rivestire la tortiera con delle strisce di carta forno messe a stella
  • Prelevare metà della frolla ottenuta e stenderla con le mani nella tortiera
  • Stendervi all’interno la marmellata (ben fluida, se non lo è porla sul fuoco -4 cucchiai di marmellata con 2 cucchiai di latte-) e i frutti di bosco
  • Sulla superficie sbriciolare la frolla restante fatta a pezzettini (lo potete fare a mano o tramite un colino se volete briciole più fini) in modo che tutti i frutti siano ben coperti
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 30 minuti
  • Raffreddare e sformare: attenzione che il succo della frutta colerà, quindi usate un coperchio per girarla e porla sul vassoio da portata.

marmellate e confetture 25 febbraio , 2010

Posted by vogliadidolci in marmellate e confetture.
Tags: ,
add a comment

La produzione di marmellate o confetture, è la miglior soluzione per la conservazione duratura della frutta; si tratta di una trasformazione che avviene con la cottura di frutta con dello zucchero.

In genere, la marmellata si differenzia dalla confettura perchè la frutta in essa si presenta a pezzettini, quando non addirittura viene passata al passaverdure dopo una prima cottura. Nella confettura, invece, la frutta compare intera (se di piccole dimensioni) o a pezzi più grossi.

La fase più importante, se non la fondamentale di queste due preparazioni è la cotura: dovrà essere lunga (circa 2 o 3 ore) e dolce; la casseruola dovrà essere mantenuta scoperta e protetta dal fuoco con uno spargifiamma, il contenuto dovrà essere mescolato in continuazione….solo così eviterete la futura formazione di muffe e fermentazioni.

Molta frutta contiene una sostanza naturale, la pectina, che ne agevola l’addensamento in cottura; fra tutti i frutti, quelli a più alto contenuto di pectina sono le mele, pere e agrumi.

Dato che in questo sito troverete solo sostanze naturali….vi dò dei consigli su come sostituire i famosi addensanti (e non solo) che trovate in commercio.

  • se si sta preparando una marmellata con frutta povera di pectina e non si vuole aumentare la dose di zucchero consigliata,sarà sufficiente unire della frutta contenente pectina (1 mela su 1 kg di frutta)
  • se la frutta è poco acida,si corre il rischio che lo zucchero in cottura cristallizzi: si consiglia quindi di lasciar riposare, prima della cottura, la frutta in acuqa e limone (il succo di limone lo potete unire anche in cottura)
  • interrompere la cottura al momento giusto è importantissimo! una cottura eccessiva provoca la caramellizzazione dello zucchero
  • se la marmellata viene cotta troppo poco oltre ad avere una consisenza troppo liquida, si avrà uo sviluppo maggiore di muffe e fermentazioni acide
  • se versando una goccia di marmellata su un piatto, questa scivola lentamente aderendo alla superficie, allora è cotta
  • strofinate con del succo di limone mele e pere, intensificheranno il loro sapore e non si ossideranno
  • per ottenere la massima quantità di succo dagli agrumi lasciateli scaldare a temperatura ambiente
  • per pelare con facilità pesche, prugne, mandorle,ecc.. tuffatele per pochi secondi in acqua bollente
  • non lavate mai le fragole dopo aver tolto il picciolo, si riempiranno d’acqua

Detto questo…buona produzione di marmellate e confetture!

Prossimamente vi posterò delle ricette riguardanti questo argomento.