jump to navigation

biscotti alle castagne 12 settembre , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
Tags: , , , , ,
add a comment

Con questo tempo così incerto ieri mi son messa a formare questo strano grappolo d’uva formato però da tanti biscottini alle castagne e marmellata con un gusto particolare che ricorda il fresco autunno, dove nel frattempo ti immagini le foglie brune che cadono, la prima nebbiolina che la sera diventa una pesante coltre fredda e umida..ma poi ti ricordi ciò che stai mangiando..allora vai in cucina con la tua calda vestaglia, ti prepari una bella tazza fumante di tisana rilassante e ti metti davanti al caminetto al calduccio..e ci tuffi questi biscotti autunnali alle castagne..

Ma tutto questo non ora, tra qualche mese anche perchè chi accenderebbe ora il caminetto??

Biscotti alle castagne

125 g farina “00”

125 g farina di castagne

130 g burro

40 g tuorli (2)

60 g zucchero

marmellata a piacere q.b.

  • Porre tutti gli ingredienti nel mixer tranne la marmellata e azionarlo per 30 sec circa, finchè non si sarà ottenuta una palla omogenea, impellicolare  eporre 1 ora in frigo
  • Formare palline da 10 g cad., formare una fossetta nel centro e con un sac à poche o un cucchiaino porre nella fossetta la marmellata
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti circa

crostata crumble al cocco e frutti di bosco 27 agosto , 2011

Posted by vogliadidolci in crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Non vi è mai capitato di essere invitati all’ultimo minuto e di non voler arivare a mani vuote? A me si, e questa era una tra quelle occasioni. Una crostata nata nell’ultima mezz’ora disponibile prima di dover arrivare all’appuntamento, atta anche a dover sodiasfare le golosità e le voglie di una ragazza incinta.

Cocco, frutti di bosco, anice…un matrimonio combinato pennsando ai gusti e alle sensazioni improvvise, del momento.

Anche perchè era da tanto che non accendevo il mio forno (nonostante questo caldo).

Avevo una certa nostalgia di queste mie mani che impastano, provano, pensano, tirano la pasta e mescolano sapori nuovi che poi diventeranno un dolce.

Queste vacanze ingiro per l’Italia appena finite mi hanno proprio rilassata e aiutata a riassemblare le idee un pò su tutto e quando sono rilassata…mi piace mettermi ad impastare o a creare qualcosa di mai fatto.

Crostata crumble al cocco, marmellata e frutti di bosco (per una crostata da 20 cm di diametro)

Pasta Frolla:

200 g farina “00”

130 g burro

50 g cocco rapè (farina di cocco)

70 g zucchero semolato

40 g tuorli (2)

2 cucchiai acqua

Ripieno:

4 cucchiai di marmellata alle ciliegie all’anice (ma va bene anche ciliegie o frutti di bosco)

2 cucchiai latte (facoltativi)

frutti di bosco (vanno bene anche quelli surgelati)

  • Porre tutti gli ingredienti della frolla nel frullatore e azionare per 20 secondi circa finchè non si otterrà un impasto omogeneo.
  • Rivestire la tortiera con delle strisce di carta forno messe a stella
  • Prelevare metà della frolla ottenuta e stenderla con le mani nella tortiera
  • Stendervi all’interno la marmellata (ben fluida, se non lo è porla sul fuoco -4 cucchiai di marmellata con 2 cucchiai di latte-) e i frutti di bosco
  • Sulla superficie sbriciolare la frolla restante fatta a pezzettini (lo potete fare a mano o tramite un colino se volete briciole più fini) in modo che tutti i frutti siano ben coperti
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 30 minuti
  • Raffreddare e sformare: attenzione che il succo della frutta colerà, quindi usate un coperchio per girarla e porla sul vassoio da portata.

muffin frangipane 3 agosto , 2011

Posted by vogliadidolci in pasticceria mignon.
Tags: , , , ,
2 comments

Buondì! come state? io molto bene, forse perchè tra poco partirò per non so dove, ma andrò in vacanza!!! 🙂 Voi dove andate di bello quest’anno? o starete a casa a riposarvi?

Io amo viaggiare, ma non amo accendere il forno con questo caldo anche se ..ultimamente qui c’è solo afa e tempo schifoso, sembra marzo 😦

E dato che a marzo non fa tutto sto caldo, ci si può permettere di accendere il forno e concederci un bel muffin con un cuore alla marmellata di lamponi, ciliegie e anice.

Questi sono dei muffin un pò atipici, cioè non è la solita pasta per muffin ma un frangipane.

Tutte le scuse son buone per poter avere un pò di dolcezza casalinga ad ogni colazione! 🙂

Muffin alle nocciole con marmellata di ciliegie selvatiche, lamponi e anice

Per circa 10 muffin

100 g burro morbido

100 g zucchero

100 g uova intere

50 g farina

50 g nocciole con la pelle

  • Accendere il forno a 180°C
  • Porre le nocciole in freezer per 10 minuti, dopodichè frullarle fino ad ottenere una farina grossolana
  • Montare burro e zucchero fino ad ottenere un composto morbido e spumoso
  • Unire poco per volta le uova senza aggiungerne altre fino a che le precedenti non sono ben amalgamate al burro
  • Unire le due farine e amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo
  • Versare il composto negli stampini riempiendoli a metà, porre una cucchiaiata di marmellata e coprire con altro impasto fin ad arrivare a 3/4 dello stampo

Infornare a 180°C per 20 minuti circa o prova stecchino (infilate uno stuzzicadenti che dovrà uscire asciutto.

N.B.   Le nocciole vengono messe in freezer per nopn perdere l’olio e l’aroma quando vengono frullate

Le uova vngono unite a filo per non far separare i due grassi (uova e burro) e ottenere poi una massa più soffice dopo la cottura

La marmellata invece…bè, per quella dovrete aspettare ancora un pò ma potete utilizzare quella che più vi piace nel frattempo.

Buone vacanze a tutti!!

focaccia alle cipolle 6 luglio , 2011

Posted by vogliadidolci in torte salate.
Tags: , , , , ,
add a comment

 

 

Mamma mia che caldo!! Finalmente è arrivata l’estate 😀

E perchè non festeggiare con una cosa leggera leggera (ehhhhhhhh leggera vero?!) come una bella fetta di focaccia con le cipolle?

Mmmm..mi sa che anche questa apina sulla margherita si è messa in coda ad aspettarne una briciolina..ha un profumo….

Focaccia alle cipolle

500 g farina

250 g acqua

50 g olio d’oliva

12 g lievito di birra

10 g sale

5 g zucchero

150 g cipolle tagliate finemente

  • Porre nell’impastatrice la farina, l’acqua, l’olio e il lievito sbriciolato e iniziare ad impastare con il gancio a foglia per 10 minuti
  • Incorporare il sale e lo zucchero, cambiare il gancio e mettere l’uncino e impastare altri 10 minuti finchè l’impasto non è bello liscio e omogeneo
  • Porre in una ciotola di vetro possibilmente e far lievitare coperto da un canovaccio per un’ora circa o fino al raddoppio.
  • Accendere il forno a 200°C
  • Ungere una teglia e porvi le cipolle, infornare per 3 minuti, togliere e far raffreddare.
  • Stendervi  sopra la pasta lievitata e far lievitare 10 minuti
  • Infornare per 15-20 minuti circa finchè non sarà ben dorata.

una pastiera non fa primavera 23 marzo , 2011

Posted by vogliadidolci in crostate.
Tags: , , , , , , , , ,
add a comment

 

Ma che bellissime giornate che sono uscite!!

finalmente è davvero arrivata la rpimavera ma è meglio non gridarlo troppo forte prima che ritorna il brutto tempo..Mi mettono così tanta allegria (e meno voglia di stare in casa o al lavoro 🙂 )

Tanti fiori che iniziano a sbocciare, gli alberi da frutta che iniziano a fiorire e le api che iniziano ancora addormentate il loro più dolce lavoro..e io che con il tavolo ancora un pò incasinato fotografo questa buonissima pastiera.

Devo dire che non è proprio la classica pastiera, ma una versione un pò velocizzata così da poterla tranquillamente realizzare in un paio d’ore; probabilmente se c’è qualche napoletano che mi segue si metterà le mani nei capelli e non vorrà mai più leggere il mio blog ma…a ognuno la sua versione! 🙂

Nel frattempo vi lasco anche questa bellissima margherita spuntata nel mio prato per augurarvi una buona primavera! e ovviamente anche la ricetta per questa pastiera! 

P.S. le dosi inserite sono giuste per una tortiera di queste dimensioni.

 

 

PASTIERA NAPOLETANA

(per una tortiera da 30 cm di diametro)

280 g pasta frolla

125 g grano cotto

canditi misti

125 g crema pasticcera

125 g ricotta di pecora (ma va bene anche di mucca)

pasta frolla:

 125 g farina

62 g burro morbido

20 g tuorlo

10 g acqua fredda

62 g zucchero

  • Porre tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare circa 30 secondi fino ad avere una palla ben omogenea
  • Avvolgerla nella pellicola trasparente e porla 30 minuti in frigorifero a rassodare
  • Tirarla ad uno spessore di 0.5 cm e foderare lo stampo, con la frolla restante riratela più fine e la userete per fare le strisce sulla superficie.

Crema pasticcera:

65 g latte

10 g zucchero

40 g tuorli

10 g farina

  • Portare a bollore il latte
  • Sbattere zucchero tuorli e farina e versarvi sopra il latte
  • Riportare sul fuoco e mescolare finchè addensa
  • Porre in una ciotola con la pellicola a contatto e far raffreddare 

Composizione:

  • Unire la crema ormai fredda, il grano e i canditi e mescolare fino ad avere un composto omogeneo.
  • Versare il tutto sulla frolla, sistemare le strisce sulla superficie e infornare nel forno già caldo a 180°C per 20-30 minuti circa (finchè la frolla sarà ben dorata)
  • Una volta fredda, sformare e spolverare di zucchero a velo.

la solitudine di un muffin al cioccolato..e non solo 1 marzo , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato.
Tags: , , , , , , ,
4 comments

L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi  (O. Wilde)

Quale affermazione più vera?!

Ci sono momenti in cui ci sentiamo un pò annoiati, vorremmo fare tutto e niente, mangiare qualche dolcino per sfizio ma niente di troppo dolce.. (forse la parola giusta è incontentabili? 🙂  ) magari sdraiati sulla nostra poltrona preferita, con un raggio del primo sole caldo che ci illumina il viso, con magari un bel panorama di cmpagna davanti ai nostri occhi..penso sarebbe fantastico! e soprattutto il massimo del relax! sfogliando una rivista o un bel libro..probabilmente senza far caso a ciò che stiamo realmente guardando, con una bella tazza di tè fumante tra le mani…. ahhh che sogno!

Devo dire che io non sono molto simpatizzante per i muffin ma, avendo a disposizione poco tempo (questa volta) ho optato per questa colazione soffice e preparata esattamente nel tempo in cui il mio forno ci ha impiegato ad arrivare a 180°C quindi..10 minuti circa 🙂

 

MUFFIN DEI DIECI MINUTI CON CACAO, COCCO E MANDORLE

(Per 6 muffin)

125 g farina “00”

10 g baking (comunemente chiamato lievito per dolci)

50 g uova (1 uovo intero)

65 g zucchero

40 g burro

130 g latte

35 g cocco rapè (comunemente chiamata farina di cocco)

30 g cacao dolce (se lo avete amaro va bene comunque)

mandorle a lamelle q.b.


  • Preriscaldare il forno a 180°C
  • Portare a bollore latte e burro, poi spegnere il fuoco e porvi in infusione il cocco per 10 minuti.
  • In una ciotola unire tutti gli ingredienti secchi cioè baking, zucchero, farina e cacao e setacciarli.
  • Sbattere l’uovo e unirlo al composto di latte.
  • Unire gli ingredienti liquidi alle polveri e amalgamare bene.
  • Ora il forno sarà arrivato a temperatura..ponete delle lamelle di mandorla sul fondo dello stampino, versate l’impasto negli stampini desiderati, spolverate in superficie altre mandorle e infornate a 180°C per 15 minuti (fate la prova stecchino: se infilato nel dolce uscirà asciutto è cotto oppure..saprete che sono cotti perchè avrete la casa invasa dal profumo di cocco e cacao)
  • Sformateli da freddi

 

E anche con questa ricetta (l’altra era la crostata di cioccolato con pere e tartufi) partecipo al contest di farina del mio sacco

 

 

dolci e romantici frollini 14 febbraio , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, pasta frolla.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Oggi è San Valentino, la festa di tutti gli innamorati e non solo..è anche il mio onomastico!

L’ho sempre trovata una festa inutile  e molto consumistica (come purtroppo tutte le feste ormai), ci si deve sentire innamorati e felici tutto l’anno, non in una sola giornata.
E’ anche vero che a tutti fa piacere ricevere un dolcino, un cioccolatino o un piccolo pensierino (ho finito i diminutivi 😀 ) da qualcuno, non obbligatoriamente dalla persona amata e così vi lascio la ricetta di questi frollini mooolto friabili decorati con una punta di marmellata e una perlina argentata alimentare.
I miei sono a forma di fiore, ma li potete fare di qualunque forma desiderate..nel frattempo vi lascio anche la foto durante i lavori 🙂 e…buon San Valentino a tutti!!
P.S. volevo informarvi che i corsi presenti in questo post sono sempre disponibili ma su richiesta, mandatemi una mail a vogliadidolci@gmail.com e ci metteremo d’accordo.

FROLLINI

150 g fecola

300 g farina “00”

350 g burro pomata (morbido)

125 g zucchero a velo

100 g  tuorli sodi ( 5 tuorli circa)

sale

scorza di 1 limone grattugiata

  • Passare al setaccio i tuorli.
  • Impastate insieme tutti gli ingredienti o se volete fare più infretta versate tutto in un frullatore e fate girare per 10 secondi circa o finchè vedrete che l’impasto è ben amalgamato. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo 1 ora in frigo.
  • Infarinate il piano di lavoro e tirate la pasta a 0,5 cm di spessore, coppate i biscotti della forma desiderata, decorateli con della marmellata e delle perline colorate o a vostro piacimento.
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 10 – 15 miuti circa, finchè la superficie risulterà ben dorata.
  • Lasciateli raffreddare sulla placca perchè appena sfornati sono molto friabili e fragili poi…donateli a chi volete 🙂

torta tenerella 24 gennaio , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , , ,
1 comment so far

A volte ci sono ricette che non penseresti mai di fare in quel momento e per quella occasione..

A volte ci sono ricette che sfogliando un libro ti capitano sempre sotto gli occhi e rimandi sempre..

A volte, come è capitato a me questa mattina abbastanza fredda di Gennaio, ti chiedono di fare una torta per un’occasione speciale ma non hai la più pallida idea di cosa fare..

Sai solo che il cioccolato piace sempre e comunque, che Maurizio Santin è sempre un’ottima guida e che le fragole e il rum stanno a braccetto con il cioccolato..

E così, forse un pò per caso e forse per una precedente idea visiva notturna (si a volte mi capita di immaginarmi delle tore di notte…. 😀 ), sfogliando il mio quadernino di ricette (davvero molto ricco dove non credo che riuscirò mai a farle tutte), son capitata su questa ricetta di Santin, la torta tenerella.

Dopo aver dato una veloce controllata nel frigo e nel mio armadio dei liquori se avevo tutto, e dopo aver constatato che non era cosi, l’ho fatta.

L’ho rivisitata un pò togliendo, cambiando o aggiungendo degli ingredienti ma…vi metto entrambe le versioni mettendo le mie varianti tra parentesi.

TORTA TENERELLA

200 g cioccolato fondente al 55 %

100 g burro

100 g zucchero

60 g farina

80 g tuorli (in totale sono 4 uova tra tuorli e albumi ma pesateli!)

120 g albumi

40 g grand marnier (40 g rum scuro)

peperoncino

(fragole surgelate o fresche a pezzi se le avete)

  • Fondere a bagnomaria il ciocolato e il burro e mescolare per amalgamare bene il composto.
  • Nel frattempo montate gli albumi con lo zucchero (la mia mamma è di ottimo aiuto in questo, e non solo..grazie mamma :))
  • Unire i tuorli uno alla volta nel cioccolato mescolando, poi la farina setacciata con il peperoncino e il liquore.
  • Amalgamare gli albumi mescolando da sotto a sopra per non smontare l’impasto e versare in una tortiera imburrata e infarinata ( la mia era da 26 ma è troppo grande perchè verrà un pò bassa, vi consiglio una 22)
  • Sulla superficie disporvi le fragole e infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Far raffreddare, sformare e spolverare di zucchero a velo e peperoncino.

crakers e grissini al rosmarino 5 gennaio , 2011

Posted by vogliadidolci in corsi pasticceria, lievitati.
Tags: , , , , , , , ,
add a comment

Eccomi tornata, dopo la quasi fine delle feste, con una ricetta salata, sfiziosa e…lievitata.

Non ho mai avuto un buon rapporto con i lievitati e non lo ho ancora tutt’ora.

Tutto quel tempo ad aspettare che l’impasto grezzo cresce, poi sgonfiarlo, doverlo far lievitare di nuovo e se sbagli le proporzioni…un disastro! tutto quel lavoro buttato perchè magari durante la cottura non ne vuol sapere di crescere o cuocersi a dovere…

Per non parlare degli impasti con lievito madre! ore e ore e ore di lunga e lenta lievitazione..sperando sempre di arrivare in tempo e che non sia già inacidita 😀

Amo le brioches e tutti i suoi simili e affini ma per farle…devo avere una grosse dose di sedativi, un gran temp a disposizione ma soprattutto una grandissima pazienza!!

Ma sicuramente a molti di voi piacerà guardare lo svilupparsi, crescere, cuocere e infine gustare la vostra pazienza quindi…passiamo a questi snak gustosissimi!

GRISSINI E CRAKERS AL ROSMARINO E SALE GROSSO

750 g farina Manitoba oppore farina “0”

240 g acqua tiepida

240 g latte tiepido

82 g olio extra vergine di oliva

12 g lievito di birra

10 g sale fine

2 g zucchero

10 g rosmarino tritato

20 g tuorlo

sale grosso

  • Unire acqua, latte e olio formando un’emulsione, sciogliervi lo zucchero all’interno
  • Impastare la farina con l’emulsione precedente per almeno 5 minuti, finchè l’impasto inizia a diventare elastico
  • A questo punto unire il lievito sbriciolato, il tuorlo e il rosmarino e impastare per altri 10 minuti. L’impasto deve risultare ben incordato, sodo, elastico e se state lavorando con un’impastatrice, deve steccarsi dalle pareti.
  • A questo punto unite il sale (deve essere sempre unito per ultimo per non rovinare la maglia glutinica, cioè l’elasticità dell’impasto) e impastare 2 minuti, giusto il tempo di farlo sciogliere.
  • Porre in una bowl di vetro e coprire con un panno caldo e umido (oppure in inverno con una coperta in lana) e lasciar lievitare per 1 ore circa o fino al raddoppio.
  • Una volta che è lievitato sgonfiare l’impasto e dividerlo in 2: una parte sarà destinata ai grissino mentre l’altra ai crakers.

Grissini:

  • Staccate delle piccole palline di impasto e formate dei filoncini molto sottili, cospargeteli di sale grosso, poneteli  sulla teglia e fateli lievitare ancora 30 minuti.
  • Nel frattempo scaldate il forno a 200°c dopodichè infornateli per 10 minuti circa.

Crakers:

  • Infarinare il piano di lavoro e tirare la pasta il più fine possibile, cospargere di sale grosso e infornate sempre a 200°C per 2 o 3 minuti (fino doratura)

Buona Befana a tutti!!!

NEWS: per chi fosse interessato….i corsi di pasticceria che ho proposto in precedenza sono ancora validi. Chi fosse interessato mi contatti alla seguente mail

vogliadidolci@gmail.com

che ci metteremo d’accordo con le date che le dovrò far anche combaciare con i turni di lavoro.

A presto!!

cioccolato, pere e tartufi 5 luglio , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , , , ,
4 comments

Finalmente vedete il mio assaggiatore..o meglio..la sua ombra! si perchè quello là dietro..è il mio ragazzo, ovvero colui che assaggia i miei disastri o le mie opere 😀 (modestia a parte).

La crostata cioccolato e pere è molto semplice, ma perchè non complicarci la vita aggiungendo dei tartufini al rum, dei veli di pera e una rosa in cioccolato plastico?!

A quanto mi è stato detto..l’hanno tutti gradita molto (e ci credo! a chi non piace il cioccolato, soprattutto fondente?!)

E’ una ricetta semplice ma di “lunga” esecuzione, ma alla fine ne rimarrete mooolto soddisfatti, ve lo assicuro!

Ah..un’ultima cosa prima di iniziare la ricetta, in questo caso ho utilizzato uno stampo da 30 cm di diametro.

CROSTATA CIOCCOLATO, PERE E TARTUFI AL RUM

Per la frolla

250 g farina “00”

130 g burro morbido

70 g zucchero

40 g tuorli

scorza di 1 limone grattugiata

1 g sale

20 g acqua

Per la ganache

500 g cioccolato 50%

300 g panna

130 g burro

100 g miele

Per i tartufi al rum

Utilizzate la ganache che vi avanza dalla crema aggiungendovi

80 g rum scuro

Per la decorazione

  • rose in cioccolato plastico
  • fettine di pera caramellate

    marmellata di albicocche

    dadini di pera

    • Per la frolla:
    • Setacciare la farina e menscolarla alla scorza, il sale e lo zucchero; porre il tutto sul piano da lavoro e formare una fontana dove al centro metteremo il burro, i tuorli e l’acqua.
    • Lavorare bene tutti gli ingredienti in pochi minuti per non rischiare di sciogliere il burro e farla risultare troppo dura in cottura ottenendo un composto omogeneo ma non ancora elastico
    • Formare in panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti (questo farà si che tornerà la durezza del burro e quindi una successiva friabilità ed elasticità)
    • Infarinare il piano di lavoro e tirare la frolla a 0.5 cm, bucarla
    • Porla nello stampo imburrato e infarinato, coprirla con della carta stagnola, riempirla di sale grosso per non farla gonfiare e infornare a 180°C per 7 minuti, poi togliere il sale e infornare altri 5-6 minuti fino a doratura di tutta la frolla. Farla raffreddare e sformatela (io l’ho lasciata nello stampo per facilitare il trasporto)
    • Per la ganache:
    • Tagliare a pezzetti il cioccolato e farlo fondere.
    • Nel frattempo portare a bollore la panna, dopodichè versarla sul cioccolato e mescolare fino a che non avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.
    • Coprire con della pellicola e portare a 26°C
    • Per i tartufi: unire a una parte di crema (io l’ho aggiunto alla crema restante dopo averla colata nelo stampo) il rum e mescolate molto bene. Far raffreddare.
    • Una volta fredda, formate delle palline da 8 g cad, rotolatele nel cacao amaro e ponetele in frigo a solidificarsi completamente.
    • Per la decorazione: tagliate con un’affettatrice o una mandolina, delle fette di pera molto sottili, fate scaldare un pochino di burro e scottatele 2 secondi da una parte e due dall’altra.
    • Composizione del dolce: Riprendete lo stampo in frolla e, con molta delicatezza spalmatevi un velo sottile di confettura di albicocche sul fondo.
    • Coprite con dei dadini di pera precedentemente saltati in padella con una noce di burro e un pochino di zucchero e fatti raffreddare.
    • Versatevi la ganache fino a 0.5 cm dal bordo. Con la crema avanzata formate i tartufi come descritto in precedenza.
    • Una volta che i vostri tartufini saranno ben sodi, porli a filo del bordo, decorare con le fettine di pera poste a ventaglio nel centro e una rosa in cioccolato plastico.