jump to navigation

torta tenerella 24 gennaio , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , , ,
1 comment so far

A volte ci sono ricette che non penseresti mai di fare in quel momento e per quella occasione..

A volte ci sono ricette che sfogliando un libro ti capitano sempre sotto gli occhi e rimandi sempre..

A volte, come è capitato a me questa mattina abbastanza fredda di Gennaio, ti chiedono di fare una torta per un’occasione speciale ma non hai la più pallida idea di cosa fare..

Sai solo che il cioccolato piace sempre e comunque, che Maurizio Santin è sempre un’ottima guida e che le fragole e il rum stanno a braccetto con il cioccolato..

E così, forse un pò per caso e forse per una precedente idea visiva notturna (si a volte mi capita di immaginarmi delle tore di notte…. 😀 ), sfogliando il mio quadernino di ricette (davvero molto ricco dove non credo che riuscirò mai a farle tutte), son capitata su questa ricetta di Santin, la torta tenerella.

Dopo aver dato una veloce controllata nel frigo e nel mio armadio dei liquori se avevo tutto, e dopo aver constatato che non era cosi, l’ho fatta.

L’ho rivisitata un pò togliendo, cambiando o aggiungendo degli ingredienti ma…vi metto entrambe le versioni mettendo le mie varianti tra parentesi.

TORTA TENERELLA

200 g cioccolato fondente al 55 %

100 g burro

100 g zucchero

60 g farina

80 g tuorli (in totale sono 4 uova tra tuorli e albumi ma pesateli!)

120 g albumi

40 g grand marnier (40 g rum scuro)

peperoncino

(fragole surgelate o fresche a pezzi se le avete)

  • Fondere a bagnomaria il ciocolato e il burro e mescolare per amalgamare bene il composto.
  • Nel frattempo montate gli albumi con lo zucchero (la mia mamma è di ottimo aiuto in questo, e non solo..grazie mamma :))
  • Unire i tuorli uno alla volta nel cioccolato mescolando, poi la farina setacciata con il peperoncino e il liquore.
  • Amalgamare gli albumi mescolando da sotto a sopra per non smontare l’impasto e versare in una tortiera imburrata e infarinata ( la mia era da 26 ma è troppo grande perchè verrà un pò bassa, vi consiglio una 22)
  • Sulla superficie disporvi le fragole e infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Far raffreddare, sformare e spolverare di zucchero a velo e peperoncino.

margherita variegata 21 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , ,
4 comments

Cosa mangiare per la prima colazione se non un ciambellone (che ciambellone non è) morbido, soffice e cioccolatoso? Un margheritone con una bella tazza di latte ovviamente!

Questa ricetta è nata per caso dovendo finire delle cose che avevo in dispensa tra cui mandorle e cacao, e un pò per noia perchè non sapevo cosa fare dato che non mi piace star sempre nel dolce far niente (ho anche fatto la rima!), ma non sapendo come continuare a introdurre questo post.. eccovi la ricetta!

CIAMBELLONE VARIEGATO

Per uno stampo da 24 cm circa di diametro

150 g uova

50 g mandorle a lamelle

75 g zucchero

65 g farina “00”

10 g cacao amaro

  • Montare le uova a temperatura ambiente (o ancora meglio se portate a 40°C e poi montate) con lo zucchero per 20 minuti circa.
  • Unire le mandorle a lamelle mescolando da sotto a sopra e tutta la farina setacciata.
  • Dividere il composto in due parti:  in una unirvi il cacao setacciato sempre mescolando da sotto a sopra.
  • Porre il composto bianco sul fondo della tortiera e sopra quello al cacao. Formare delle linee all’interno dell’impasto con uno spiedino per formare la variegatura.
  • Infornare a forno già caldo a 180°C per 20 minuti; facendo la prova stecchino quest’ultimo dovrà risultare asciutto.
  • Una volta freddo sformatelo e decoratelo a piacere.

N.B. Io ho utilizzato uno stampo in silicone e quindi non ho dovuto foderare lo stampo, ma se voi ne utilizzate in acciaio, vetro, alluminio o qualsiasi altro materiale, foderatelo con carta forno oppure imburratelo e infarinatelo prima di versarvici il composto.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

strudel di mele 28 aprile , 2010

Posted by vogliadidolci in paste base, torte.
Tags: , , , , , , , , ,
2 comments

Sento già tante vocine che dicono: noooo ma ancora lo strudel?!? ebbene si, voglio darvi anche io la ricetta di questo dolce che a me piace moltissimo (questa ricetta la dedico soprattutto a cristina di un famoso blog..lei è l’amante dello strudel :D)

L’ho fatto con una pasta sfoglia molto burrosa, che si è sempre rivelata ottima e fragrante anche dopo 2 giorni a contatto con le mele!

Bè, che dire, spero vi piaccia! 🙂

Con queste dosi vengono 2 strudel medi o uno grande

pasta sfoglia

250 g burro a 20°C

250 g farina “00”

75 g acqua

2 g sale

  • Fare il panetto con il burro e 75 g di farina, dagli una forma rettangolare e regolare, avvolgerlo nella pellicola trasparente e farlo riposare in frigo per 20 minuti.
  • Nel frattempo preparate impastando la farina restante, l’acqua e il sale un pastello. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 10 minuti in frigo.
  • Stendete il pastello molto sottile ma abbastanza grande da contenere il panetto di burro e poterlo ricoprire, e date la prima piega da 3.
  • Lasciar riposare in frigo avvolto dalla pellicola 30 minuti
  • Dare poi un giro da 4, uno da 3 uno da 4 e un’ultimo da 3 (in totale devono essere 3 giri da 3 e 2 da 4 quanti numeri!!!) ricordandovi di farla riposare 30 minuti in frigo dopo ogni giro.

farcitura

4 mele renette

30 g uvetta

30 g pinoli

30 g biscotti secchi sbriciolati

5 g rum scuro

2 g cannella

10 g burro

25 g zucchero

  • Pulite le mele e tagliatele a cubetti.
  • Fate rinvenire 5 minuti l’uvetta in acqua tiepida e rum (non quello degli ingredienti)
  • Ponete in padella il burro e, quando si è sciolto, unite le mele, l’uvetta, i pinoli e lo zucchero. fate cuocere per 5 minuti, poi unite i biscotti, la cannella e il rim. lasciate intiepidite.
  • Nel frattempo stendete la sfoglia molto sottile e, una volta che il composto di mele sarà freddo, disponete la sfoglia su una teglia coperta di carta forno e farcitela (non prima se no si bagna e si rompe! ho già fatto io l’esperimento 😀 ). Chiudetela come più vi piace e fate dei taglietti sulla superficie.
  • Spennellare di uovo sbattuto e infornare a 180°C per 30 minuti circa o fino a doratura.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

sachertorte 12 marzo , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , , , , ,
add a comment

Questa è la torta che più amo in assoluto! Nonostante non mi piace più il cioccolato…è l’unica che mangerei a tonnellate! Quell’ottimo accostamentro tra il cioccolato fondente, la dolcezza della marmellata e la rotondità del gusto nell’insieme….

Ma ora iniziamo con la preparazione che è un pò lunga e complessa.

SACHERTORTE

PAN DI SPAGNA AL CACAO (per una torta da 20 cm di diametro)

150 g uova intere

40  g zucchero

40 g farina “00″

scorza di un limone grattugiata

un pizzico di sale

un cucchiaino da tè di miele (meglio se lo trovate aromatizzato al limone o all’albicocca)

20 g cacao amaro

  • Montare molto bene le uova con lo zucchero per alemeno 10-15 minuti finche non otterremo un composto bello gonfio e spumoso
  • Spegnere la planetaria o le fruste elettriche e, a mano, incorporare la scorza grattugiata, il miele (che serve per dare una colorazione più ambrata e darà un aroma in più) e la farina precedentemente setacciata con il sale e il cacao mescolando da sotto a sopra per non smontare il composto.
  • Porre l’impasto in una teglia (preferibilmente a cerniera) imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 190°C per i primi 10 minuti e a 180°C per altri 10. Infilzare uno stecchino nell’impasto e se uscirà asciutto è cotto.

GANACHE (per una torta da 20 cm di diametro)

250 g panna

500 g cioccolato (al latte, fondente o bianco..a voi la scelta)

  • Tagliare a pezzetti il cioccolato
  • Porre la panna in una pentola, unire il cioccolato e mettere sul fuoco a fiamma non molto alta; sciogliere molto bene il cioccolato e tenerla a parte coperta da pellicola per alimenti a contatto con la ganache

PER LA FARCITURA

marmellata di albicocche

COMPOSIZIONE DELLA TORTA

  • Tagliare il pan di spagna al cacao in tre parti e farcire ogni strato con un velo di marmellata di albicocche, (ancora meglio se fatta da voi!) dopodichè spalmatene un velo anche sopra e intorno (questo servirà a tenere la torta morbida e a farle aderire meglio la copertura)
  • Versare la ganache sulla torta (mi raccomando: deve essere molto fluida; se dovesse essersi raffreddata troppo ponetela in micronde o sul fuoco a fiamma molto bassa mescolando sempre) e lasciar raffreddare fuori dal frigorifero.
  • Una volta pronta,, preparare un cornetto con della carta forno e decorarla a piacere con della ganache, se ve ne è avanzata, o con del cioccolato fuso. (io intorno ho messo del “gran cru di cacao” ovvero i semi del cacao grezzi macinati…ma dubito che li troverete nei supermercati, e difficilmente nei negozi specializzati)

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

un amore…di torta 5 marzo , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , , , , , , ,
add a comment

Direi che questa torta parla da sè quindi..iniziamo con la preparazione..è un pò lunghina ma ne vale la pena!

PAN DI SPAGNA (vengono circa 3 cuori piccoli)

200 g uova intere

100 g zucchero

100 g farina “00″

scorza di un limone grattugiata

un pizzico di sale

un cucchiaino da tè di miele (meglio se lo trovate aromatizzato al limone o all’albicocca)

  • Montare molto bene le uova con lo zucchero per alemeno 10-15 minuti finche non otterremo un composto bello gonfio e spumoso
  • Spegnere la planetaria o le fruste elettriche e, a mano, incorporare la scorza grattugiata, il miele (che serve per dare una colorazione più ambrata e darà un aroma in più) e la farina precedentemente setacciata con il sale mescolando da sotto a sopra per non smontare il composto.
  • Porre l’impasto in una teglia (preferibilmente a cerniera) imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 190°C per i primi 10 minuti e a 180°C per altri 10. Infilzare uno stecchino nell’impasto e se uscirà asciutto è cotto.

CREMA PASTICCERA

250 ml latte

60 g zucchero

2 tuorli

20 g farina

scorza di un limone grattugiata

15 g cacao amaro

per la finitura:

60 g panna montata

  • Portare a ebollizione il latte cona scorza di limone
  • In una ciotola a parte sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che non si otterrà un color giallo canarino, aggiungere la farina precedentemente setacciata e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi
  • Fuori dal fuoco versare il latte nel composto di uova: con una frusta sbattere il tutto per poter amalgamare tutti gli ingredienti, rimettere sul fuoco.
  • Continuando a mescolare addensiamo la crema a fuoco molto basso, ci vorranno circa 3 minuti (fino a che non sarà andata via la schiuma in superficie)
  • Trasferiamo la crema in una ciotola. Copriamo con la pellicola trasparene a contatto con la crema per evitare la formazione della pellicina più dura. Una volta fredda aggiungere il cacao amaro (2 cucchiai circa) e mescolare bene.
  • Stemperare la crema ottenuta con la panna montata mecolando da sotto a sopra per non smontarla

BAGNA PAN DI SPAGNA

150 g zucchero

100 g acqua

  • In una pentola mettere nel seguente ordine: l’acqua e poi lo zucchero (per evitare la formazione di grumi) e mettere sul fuoco a bollire senza mai mescolare per non far granire lo zucchero.
  • Togliere dal fuoco e far raffreddare.
  • Unire del rhum o un aroma a piacere (in questo caso è meglio il rhum)

per la finitura:

granella di pistacchio

lamponi

COMPOSIZIONE DELLA TORTA

  1. Tagliare in 3 parti il pan di spagna, porlo nello stampo utilizzato (se è una forma senza fondo) e bagnare il primo strato con la bagna precedentemente preparata.
  2. Spalmare la chantilly al cioccolato, coprire con il secondo strato di pan di spagna, bagnare, mettere nel mezzo altra chantilly e della granella di piastacchio; coprire con l’ultima parte di pan di spagna leggermente bagnato anch’esso.
  3. Dare un’ultima spatolata di crema per livellare il tutto. Porre in congelatore per 30 minuti circa per poterlo rifinire e decorare.  Trascorso questo tempo togliere la torta dal disco e spalmare intorno la chantilly rimasta; attaccare della granella di piastacchio, e, sopra, decorare con dei lamponi freschi.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.