jump to navigation

mini soufflé au chocolat et orange 29 aprile , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato, dolci al cucchiaio.
Tags: , , , , , ,
5 comments

Cioccolato..le ultime arance..i primi fiori super colorati che sbocciano ai primi raggi di sole..quando ancora c’èera il sole perchè con ste giornate….

e che dire dai soavi profumi sprigionati dal forno e sparsi per casa una volta ultimata la cottura di questo dolce?

Io amo i dolci mini. Perchè? forse perchè ti danno l’idea che se ne mangi uno ne puoi mangiare un secondo (tanto sono mini! 🙂 ) perchè mi danno l’idea di leggerezza, dolcezza, simpatia ma soprattutto un piccolo peccato goloso che tutti si possono concedere..anche dopo tutte queste feste goderecce.

Mini soufflé al cioccolato e arancia (per 6 persone ma in queste tazzine da caffè per 10)

150 g cioccolato fondente 70%

200 g uova (4 )

100 g zucchero (per me 70 g)

200 g panna

5 g fecola di patate

5 g cacao amaro

in più per me: scorza di 1 arancia grattugiata

zucchero e burro per gli stampini

  • Imbarrure e zuccherare tutti gli stampini.
  • Tagliare a pezzi il cioccolato e fonderlo o a bagnomaria o al micro-onde con la panna
  • Montare a neve gli albumi aggiungendo poco per volta lo zucchero
  • Unire al cioccolato tiepido la scorza, i tuorli, la fecola e il cacao setacciati insieme precedentemente.
  • Unire in tre tempi gli albumi mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
  • Versare negli stampini e porre in frigo finchè il forno non arriva a 210°C
  • A questo punto infornare per 12 minuti senza MAI aprire il forno se no si smonta.
  • Decorare con delle fettine di arancia pelate a vivo e servire tiepido.

P.S. Se volete lasciare l’interno morbido fatelo cuocere solo 9 minuti.

Le uniche variazioni: ho diminuito la dose dello zucchero perchè a mio avviso era troppo dolce e stucchevole e ho aggiunto la scorza dell’arancia.

Questa ricetta è tratta da Encyclopédie du chocolat, libro molto valido e che ho già consigliato anche altre volte.

con questa ricetta partecipo allo starbooks di menù turistico

 


bavarese mix color 1 aprile , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, cioccolato, dolci al cucchiaio, semifreddi.
Tags: , , , , , , ,
add a comment

 

Non sapevo se far parti re il post con queste bellissime foto primaverili o…

Questa buonissima bavarese al cioccolato e panna con lamponi dove ricorda molto il primo calore primaverile e la miriade di colori che sbocciano in questi giorni…

E alla fine ho optato per il mio albicocco in fiore con tanto di api svolazzanti!

Non perchè non ami questo dolce nato un pò per caso, ma perchè adoro il caldo, queste belissime giornate e soprattutto i primi fiorellini che fan capolino dopo tanto freddo.

Si dice che normalmente le torte dovrebbero avere tre o quattro consistenze prima di cadere nell’eccesso (o almeno cosi dice il libro nella foto da dove non è tratta questa torta ma che consiglio davvero se capite il francese) e questo semifreddo le ha tutte: l’aspro del lampone, il dolce – mordibo della panna e del cioccolato, e la croccantezza della base di frolla.

Bavarese mix color panna, cioccolato e lamponi

(per uno stampo da plum cake di 30×15 cm)

Base:

225 g farina 00

100 g zucchero

175 g burro morbido

25 g tuorlo (cioè circa 1 tuorlo di un uovo medio)

Pannacotta:

200 g latte

200 g panna

6 g gelatina in fogli

40 g zucchero

vaniglia

Bavarese al cioccolato:

167 g latte intero

33 g zucchero

66 g tuorli

6 g gelatina in fogli

167 g cioccolato al 65%

400 g panna

  • Frolla: Porre tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare circa 30 secondi fino ad avere una palla ben omogenea
  • Avvolgerla nella pellicola trasparente e porla 30 minuti in frigorifero a rassodare
  • Tirarla ad uno spessore di 0.5 cm e tagliarla delle misure dello stampo, cioè 30×15 cm e con la frolla restante..farete dei biscotti friabilissimi 🙂
  • Porre sulla teglia, appoggiarvi sopra lo stampo capovolto con l’apertura sulla frolla per non farle cambiare forma in cottura e infornate a forno caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Pannacotta:  Ammorbidire la gelatina nell’acqua fredda per 3 minuti (capite che è pronta perchè è 5 volte il suo peso iniziale)
  • Filtrate il tutto, unitevi lo zucchero e mescolate finchè non sarà completamente sciolto.
  • Unirvi la gelatina ben strizzata e mescolate anc’essa finchè non si sarà completamente sciolta.
  • Foderate lo stampo con della pellicola e, quando sarà a 30°C versate la pannacotta nello stampo e ponete 30 minuti in congelatore.
  • Bavarese: sbattere tuorli e zucchero
  • Portare il latte a bollore e versarlo sui tuorli, riportare il tutto sul fuoco e portare a 82°C o finchè velerà il cucchiaio (e avrete ottenuto una crema inglese utile anche per delle salse d’accompagnamento)
  • Unire la gelatina precedentemente ammorbidita e il cioccolato precedentemente fuso; mescolare molto bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Quando il composto avrà raggiunto 30°c unire la panna montata e versare sulla panna cotta e riporre 30 minuti in congelatore.
  • nel frattempo la frolla si sarà raffreddata e ponetela sulla bavarese e riponete il tutto in congelatore.
  • Tiratela fuori due ore prima del servizio.
  • Decorate con dei lamponi fresci e delle fiammelle di cioccolato temperato.

 

Nel frattempo vi consiglio il libro in foto:

Encyclopédie du chocolat di Frédéric Bau e Pierre Hermé come collaboratore ma…dovete conoscere il francese purtroppo perchè non c’è in italiano.

yogurt, frutta e cereali 9 luglio , 2010

Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio.
Tags: , , ,
add a comment

Ahhhh che bella colazione!! Ora son proprio sazia!

Se è vero che la colazione è il pasto più importante della giornata, perchè non farla al meglio?

In questo caso ho fatto uno yogurt molto cremoso, con l’aggiunta di pezzi di frutta, cereali misti (orzo, avena, fiocchi di mais, frutta disidratata, ecc) e un bicchiere di latte e menta.

Lo yogurt è in onore della mia mammina che le piace tanto quello che faccio io e ora, vi dico come.
YOGURT NATURALE

per 6 vasetti

600 g latte intero

20 g panna

5 g yogurt naturale

60 g zucchero

  • Mescolate insieme tutti gli ingredienti e poneteli nei vasetti.
  • Porre i vasetti nella yogurtiera per 10 ore e dimenticateveli (se ci riuscite!)
  • Fate raffredare completamente e gustate.

N.B. Io il più delle volte lo zucchero non lo metto, ma solo perchè mi piace davvero al naturale. Ma se vi da fastidio l’acidità dello yogurt, vel’ho messo tra gli ingredienti nelle giuste quantità 🙂

Aggiungete poi dei cereali misti, della frutta a pezzi e..la vostra colazione (sana) è pronta!

P.S. Da qui si formerà la futura colonia batteria per i vostri futuri yogurt quindi…anche se con estrema amarezza, usate un vasetto per l’aggiunta di quel poco di yogurt che serve alla fermentazione delle future preparazioni.

pannacotta con ciliegie al vino 24 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio, semifreddi.
Tags: , , , , , , , ,
2 comments

Come avrete constatato adoro la pannacotta! E questo è il risultato dei rimasugli di ciliegie che avevo “rubacchiato” dagli alberi.

Non è una vera e propria composta perchè le ciliegie sono state cotte nel vino rosso aromatizzato con delle spezie che ovviamente si sposano bene con le ciliegie.

PANNACOTTA CON CILIEGIE AL VINO ROSSO

(con queste dosi ho fatto 6 mini bicchieri)

Per la panna cotta

100 g latte

100 g panna

40 g zucchero

5 g gelatina in fogli

1/2 stecca di vaniglia

Per le ciliegie al vino rosso

150 g ciliegie lavate e denocciolate

50 g vino rosso

1 anice stellato

1/2 stecca di cannella

25 g zucchero

  • Iniziamo col preparare la pannacotta: Ammorbidire la gelatina nell’acqua fredda per circa 5 minuti (capite che è pronta perchè è 5 volte il suo peso iniziale)
  • Nel frattempo portare a ebollizione latte e panna con la stecca di vaniglia (privatela dei semi e utilizzate semi e  bacca).
  • Filtrate il tutto, unitevi lo zucchero e mescolate finchè non sarà completamente sciolto.
  • Unirvi la gelatina ben strizzata e mescolate anc’essa finchè non si sarà completamente sciolta. Tenete da parte.
  • Per le ciliegie: porre in un pentolino il vino, lo zucchero e le spezie poste in una garza chiusa e portare a bollore; dopodiche aggiungere le ciliegie e lasciar cuocere 5 minuti im modo che restino croccanti ma prendano tutti i saporti.
  • Porre sul fondo dei bicchierini il composto di ciliegie da cui avremo precedentemente prelevato le spezie, versarvi la panna cotta anch’essa fredda e lasciar solidificare in frigoriferi almeno un paio d’ore.
  • Decorare con delle ciliegie fresche.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

gelatina al caffè, brandy e vaniglia 22 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio.
Tags: , , , ,
add a comment

Questa gelatina al caffè è nata per caso, da un esperimento dove volevo provare a flambare il caramello ma che purtroppo…non mi è riuscito e così ne ho recuperato questa buonissima (a chi piace il caffè) gelatina.

GELATINA AL CAFFE’, BRANDY E VANIGLIA

32 g caffè espresso

1 g gelatina in fogli

5 g zucchero (dipende da quanto vi piace dolce)

1/2 bacca vaniglia burbon

3 g brandy

  • Ammorbidire la gelatina per 5 minuti in acqua fredda
  • Sciogliere lo zucchero nel caffè ancora caldo, unire la vaniglia (bacca e semi) e lasciare 5 minuti in infusione.
  • Filtrare, scaldare, unire la gelatina  emescolare finchè non è completamente sciolta.
  • Una volta freddo unire il brandy e porre nello stampino.
  • Porre almeno 2 ore in frigo a rassodare.
  • Decorare a piacere. Io ho usato delle scaglie di cioccolato bianco e del caffè macinato.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

crumble di fragole e ciliegie 16 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio.
Tags: , , , , , , , , ,
add a comment

Queste ciliegie fan sempre parte della razzia che feci circa 2 settimane fa e che utilizzai per fare la marmellata.

Dato che mi avanzavano delle fragole ho pensato: ma perchè non unire i due frutti che  più mi piaciono?! e così ho fatto, ho realizzato questo crumble con l’aggiunta di semola e di farina di cocco.

Ha un sapore molto burroso il “biscotto” sopra per cui se non vi piace il burro o siete a dieta lo diminuite o..non so che dirvi 😀

CRUMBLE DI FRAGOLE E CILIEGIE

Per il crumble

25 g cocco rapè

25 g farina di semola

65 g farina “00”

80 g burro pomata

60 g zucchero di canna

Per il ripieno

150 g  fragole mature

100 g cicliegie denocciolate

10 g zucchero semolato

5 g zucco limone

scorza di limone grattugiata

  • Crumble:  impastare velocemente tutti gli ingredienti e porre 10 minuti in frigo a far rassodare il burro
  • Ripieno: nel frattempo pulite e lavate la frutta
  • Cospargetela di zucchero, succo di limone e la sua scorza grattugiata  e lasciate riposare 10 minuti per formare il sugo.
  • Porre la frutta sul fondo della cocotte, sopra il crumble fatto a piccoli pezzi.
  • Infornare a forno già caldo a 180°C per 20 minuti circa o fino a doratura.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

un cucchiaio di dolce 14 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio.
Tags: , , , ,
add a comment

Avrei un altro nome per poter descrivere questo dolce? io penso proprio di no! 🙂

Non è nient’altro che la ricetta dello zabaione
vi rimando direttamente al post

  • zabaione
  • con l’aggiunta di granella di pistacchi su di un cucchiaio, e cocco rapè ( o farina di cocco chiamatela come volete 🙂 ) nell’altro.

    Ma potete utilizzare la granella che più vi piace: nociole, noci, croccante per il contrasto morbido croccante…scegliete voi! 🙂

    La comodità di questo dolce è che se dovete preparare un buffet, fate zabaione in quantità e poi dovete solo tuffarvi un cucchiaio e cospargerli di granella 🙂

    SEMPLICE, COMODO E VELOCE allo stesso tempo

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    un dolce..tris 10 giugno , 2010

    Posted by vogliadidolci in creme, dolci al cucchiaio, the e tisane.
    Tags: , , , , ,
    4 comments

    Dopo aver avuto una buona notizia, anzi ottima…come posso non mettere un buon post? 🙂 eccolo!

    MUO ALLA MENTA CON ROSA DI ZUCCHERO E TISANA ALLA MENTA PIPERITA

    Per il mou

    100 g zucchero semolato

    2 foglie menta fresca

    30 g panna

    Per la rosa

    118 g zucchero semolato

    15 g succo limone filtrato

    15 g acqua

    Per la tisana

    10 foglie di menta piperita essiccate

    10 g miele o zucchero

    • Mou: portare a bollore la panna, unire la menta e lasciare 5 minuti in infusione. Filtrare
    • Nel frattempo caramellare a secco lo zucchero poco per volta.
    • Unire la panna bollente, mescolare e far raffreddare.
    • Rosa: Porre i tre ingredienti in pentola e portare a bollore mescolando finchè non si ottiene il tipico colore di caramello scuro (ci vorranno 5 minuti circa)
    • Porre il composto in una ciotola in vetro e, dopo esservi messi un paio di guanti, prelevate dei piccoli pezzi e formate la rosa.
    • Tisana: portare a ebollizione una tazza di acqua
    • Unirvi le foglie di menta e lasciate in infusione 5 minuti.
    • Filtrare, zuccherare a piacere con miele o zucchero.

    N.B. Il mou lo potete usare come accompagnamento a dei frollini, sul gelato alla vaniglia o per esser gustato da solo.

    Io ho la fortuna di aver delle campagne vicine e quindi ho trapiantato la menta piperita nel mio giardino, dopodichè l’ho essiccata al sole..ma potete usare anche della menta secca che trovate in erboristeria.

    La rosa sarà da utilizzare subito per la decorazione perchè si scioglie in fretta a temperatura ambiente.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    ecco come utilizzare la marmellata d’acacia 1 giugno , 2010

    Posted by vogliadidolci in dolci al cucchiaio, marmellate e confetture, paste base.
    Tags: , , , , ,
    add a comment

    E dopo quatro giorni di mare…torno un pò a malincuore (per esser tornata dal mare naturalmente!) con questo post dove vi do una piccola idea su come utilizzare la marmellata di fiori d’acacia.

    Essendo amante della panna cotta, ho voluto provare questo dolce al cucchiaio e devo dire che…è un’accoppiata buonissima!!

    PANNA COTTA CON MARMELLATA DI FIORI D’ACACIA

    100 g latte intero

    100 g panna

    5 g gelatina in fogli

    1/2 stecca di vaniglia

    40 g zucchero

    per decorare

    1 fiore d’acacia

    • Preparare la marmellata come descritto in un post precedente
    • Ammorbidire la gelatina in acqua fredda
    • Nel frattempo portare a bollore latte e panna; unire la vaniglia e lasciar in  infusione a fuoco spento per 5 minuti.
    • Unire lo zucchero e mescolare fino a che si sarà completamente sciolto.
    • Unire la gelatina e mescolare
    • In un bicchierino da amaro o in una coppa porre sul fondo 10 g circa di marmellata, sopra la panna cotta e porre 2 ore in frigo o fino al completo rassodameto.
    • Decorare a piacere o, come me, con un fiore d’acacia

    N.B. Tenete sempre conto che le decorazioni che fate devono sempre richiamare gli ingredienti che ci sono nel dolce in questione.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.