jump to navigation

crostata crumble al cocco e frutti di bosco 27 agosto , 2011

Posted by vogliadidolci in crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Non vi è mai capitato di essere invitati all’ultimo minuto e di non voler arivare a mani vuote? A me si, e questa era una tra quelle occasioni. Una crostata nata nell’ultima mezz’ora disponibile prima di dover arrivare all’appuntamento, atta anche a dover sodiasfare le golosità e le voglie di una ragazza incinta.

Cocco, frutti di bosco, anice…un matrimonio combinato pennsando ai gusti e alle sensazioni improvvise, del momento.

Anche perchè era da tanto che non accendevo il mio forno (nonostante questo caldo).

Avevo una certa nostalgia di queste mie mani che impastano, provano, pensano, tirano la pasta e mescolano sapori nuovi che poi diventeranno un dolce.

Queste vacanze ingiro per l’Italia appena finite mi hanno proprio rilassata e aiutata a riassemblare le idee un pò su tutto e quando sono rilassata…mi piace mettermi ad impastare o a creare qualcosa di mai fatto.

Crostata crumble al cocco, marmellata e frutti di bosco (per una crostata da 20 cm di diametro)

Pasta Frolla:

200 g farina “00”

130 g burro

50 g cocco rapè (farina di cocco)

70 g zucchero semolato

40 g tuorli (2)

2 cucchiai acqua

Ripieno:

4 cucchiai di marmellata alle ciliegie all’anice (ma va bene anche ciliegie o frutti di bosco)

2 cucchiai latte (facoltativi)

frutti di bosco (vanno bene anche quelli surgelati)

  • Porre tutti gli ingredienti della frolla nel frullatore e azionare per 20 secondi circa finchè non si otterrà un impasto omogeneo.
  • Rivestire la tortiera con delle strisce di carta forno messe a stella
  • Prelevare metà della frolla ottenuta e stenderla con le mani nella tortiera
  • Stendervi all’interno la marmellata (ben fluida, se non lo è porla sul fuoco -4 cucchiai di marmellata con 2 cucchiai di latte-) e i frutti di bosco
  • Sulla superficie sbriciolare la frolla restante fatta a pezzettini (lo potete fare a mano o tramite un colino se volete briciole più fini) in modo che tutti i frutti siano ben coperti
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 30 minuti
  • Raffreddare e sformare: attenzione che il succo della frutta colerà, quindi usate un coperchio per girarla e porla sul vassoio da portata.

una pastiera non fa primavera 23 marzo , 2011

Posted by vogliadidolci in crostate.
Tags: , , , , , , , , ,
add a comment

 

Ma che bellissime giornate che sono uscite!!

finalmente è davvero arrivata la rpimavera ma è meglio non gridarlo troppo forte prima che ritorna il brutto tempo..Mi mettono così tanta allegria (e meno voglia di stare in casa o al lavoro 🙂 )

Tanti fiori che iniziano a sbocciare, gli alberi da frutta che iniziano a fiorire e le api che iniziano ancora addormentate il loro più dolce lavoro..e io che con il tavolo ancora un pò incasinato fotografo questa buonissima pastiera.

Devo dire che non è proprio la classica pastiera, ma una versione un pò velocizzata così da poterla tranquillamente realizzare in un paio d’ore; probabilmente se c’è qualche napoletano che mi segue si metterà le mani nei capelli e non vorrà mai più leggere il mio blog ma…a ognuno la sua versione! 🙂

Nel frattempo vi lasco anche questa bellissima margherita spuntata nel mio prato per augurarvi una buona primavera! e ovviamente anche la ricetta per questa pastiera! 

P.S. le dosi inserite sono giuste per una tortiera di queste dimensioni.

 

 

PASTIERA NAPOLETANA

(per una tortiera da 30 cm di diametro)

280 g pasta frolla

125 g grano cotto

canditi misti

125 g crema pasticcera

125 g ricotta di pecora (ma va bene anche di mucca)

pasta frolla:

 125 g farina

62 g burro morbido

20 g tuorlo

10 g acqua fredda

62 g zucchero

  • Porre tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare circa 30 secondi fino ad avere una palla ben omogenea
  • Avvolgerla nella pellicola trasparente e porla 30 minuti in frigorifero a rassodare
  • Tirarla ad uno spessore di 0.5 cm e foderare lo stampo, con la frolla restante riratela più fine e la userete per fare le strisce sulla superficie.

Crema pasticcera:

65 g latte

10 g zucchero

40 g tuorli

10 g farina

  • Portare a bollore il latte
  • Sbattere zucchero tuorli e farina e versarvi sopra il latte
  • Riportare sul fuoco e mescolare finchè addensa
  • Porre in una ciotola con la pellicola a contatto e far raffreddare 

Composizione:

  • Unire la crema ormai fredda, il grano e i canditi e mescolare fino ad avere un composto omogeneo.
  • Versare il tutto sulla frolla, sistemare le strisce sulla superficie e infornare nel forno già caldo a 180°C per 20-30 minuti circa (finchè la frolla sarà ben dorata)
  • Una volta fredda, sformare e spolverare di zucchero a velo.

cioccolato, pere e tartufi 5 luglio , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , , , ,
4 comments

Finalmente vedete il mio assaggiatore..o meglio..la sua ombra! si perchè quello là dietro..è il mio ragazzo, ovvero colui che assaggia i miei disastri o le mie opere 😀 (modestia a parte).

La crostata cioccolato e pere è molto semplice, ma perchè non complicarci la vita aggiungendo dei tartufini al rum, dei veli di pera e una rosa in cioccolato plastico?!

A quanto mi è stato detto..l’hanno tutti gradita molto (e ci credo! a chi non piace il cioccolato, soprattutto fondente?!)

E’ una ricetta semplice ma di “lunga” esecuzione, ma alla fine ne rimarrete mooolto soddisfatti, ve lo assicuro!

Ah..un’ultima cosa prima di iniziare la ricetta, in questo caso ho utilizzato uno stampo da 30 cm di diametro.

CROSTATA CIOCCOLATO, PERE E TARTUFI AL RUM

Per la frolla

250 g farina “00”

130 g burro morbido

70 g zucchero

40 g tuorli

scorza di 1 limone grattugiata

1 g sale

20 g acqua

Per la ganache

500 g cioccolato 50%

300 g panna

130 g burro

100 g miele

Per i tartufi al rum

Utilizzate la ganache che vi avanza dalla crema aggiungendovi

80 g rum scuro

Per la decorazione

  • rose in cioccolato plastico
  • fettine di pera caramellate

    marmellata di albicocche

    dadini di pera

    • Per la frolla:
    • Setacciare la farina e menscolarla alla scorza, il sale e lo zucchero; porre il tutto sul piano da lavoro e formare una fontana dove al centro metteremo il burro, i tuorli e l’acqua.
    • Lavorare bene tutti gli ingredienti in pochi minuti per non rischiare di sciogliere il burro e farla risultare troppo dura in cottura ottenendo un composto omogeneo ma non ancora elastico
    • Formare in panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti (questo farà si che tornerà la durezza del burro e quindi una successiva friabilità ed elasticità)
    • Infarinare il piano di lavoro e tirare la frolla a 0.5 cm, bucarla
    • Porla nello stampo imburrato e infarinato, coprirla con della carta stagnola, riempirla di sale grosso per non farla gonfiare e infornare a 180°C per 7 minuti, poi togliere il sale e infornare altri 5-6 minuti fino a doratura di tutta la frolla. Farla raffreddare e sformatela (io l’ho lasciata nello stampo per facilitare il trasporto)
    • Per la ganache:
    • Tagliare a pezzetti il cioccolato e farlo fondere.
    • Nel frattempo portare a bollore la panna, dopodichè versarla sul cioccolato e mescolare fino a che non avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.
    • Coprire con della pellicola e portare a 26°C
    • Per i tartufi: unire a una parte di crema (io l’ho aggiunto alla crema restante dopo averla colata nelo stampo) il rum e mescolate molto bene. Far raffreddare.
    • Una volta fredda, formate delle palline da 8 g cad, rotolatele nel cacao amaro e ponetele in frigo a solidificarsi completamente.
    • Per la decorazione: tagliate con un’affettatrice o una mandolina, delle fette di pera molto sottili, fate scaldare un pochino di burro e scottatele 2 secondi da una parte e due dall’altra.
    • Composizione del dolce: Riprendete lo stampo in frolla e, con molta delicatezza spalmatevi un velo sottile di confettura di albicocche sul fondo.
    • Coprite con dei dadini di pera precedentemente saltati in padella con una noce di burro e un pochino di zucchero e fatti raffreddare.
    • Versatevi la ganache fino a 0.5 cm dal bordo. Con la crema avanzata formate i tartufi come descritto in precedenza.
    • Una volta che i vostri tartufini saranno ben sodi, porli a filo del bordo, decorare con le fettine di pera poste a ventaglio nel centro e una rosa in cioccolato plastico.

    tartelletta di frutta 22 febbraio , 2010

    Posted by vogliadidolci in crostate, pasta frolla, pasticceria mignon.
    Tags: , , , , , ,
    2 comments

    Queste buonissime tortine possono esser fatte sia più piccole ed esser utilizzate per la pasticceria mignon, sia in un formato un pò più grande per la colazione o, perchè no, per una crostata alla frutta.

    Per la PASTA FROLLA

    250 g farina “00″

    125 g burro morbido

    70 g zucchero

    2 tuorli

    aroma a piacere (a me piace molto con la scorza di un limone grattuggiata)

    un pizzico di sale

    0.25 dl acqua (un cucchiaio da minestra)

    • Setacciare la farina e menscolarla all’aroma, il sale e lo zucchero; porre il tutto sul piano da lavoro e formare una fontana dove al centro metteremo il burro, i tuorli e l’acqua.
    • Lavorare bene tutti gli ingredienti in pochi minuti per non rischiare di sciogliere il burro e farla risultare troppo dura in cottura ottenendo un composto omogeneo ma non ancora elastico
    • Formare in panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti (questo farà si che tornerà la durezza del burro e quindi una successiva friabilità ed elasticità)
    • Infarinare il piano di lavoro e tirare la frolla a 0.5 cm, bucarla
    • Porla in stampi da crostatina monoporzione, riempirla di sale grosso per non farla gonfiare e infornare a 180°C per 7 minuti, poi togliere il sale e infornare altri 5-6 minuti fino a doratura di tutta la frolla.

    Per la CREMA PASTICCERA

    250 ml latte

    65 g zucchero

    2 tuorli

    20 g farina

    scorza di limone grattugiata

    • Portare a ebollizione il latte con la sorza di limone
    • In una ciotola a parte sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che non si otterrà un color giallo canarino, aggiungere la farina precedentemente setacciata e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi
    • Fuori dal fuoco versare il latte nel composto di uova: con una frusta sbattere il tutto per poter amalgamare tutti gli ingredienti, rimettere sul fuoco.
    • Continuando a mescolare addensiamo la crema a fuoco molto basso, ci vorranno circa 3 minuti (fino a che non sarà andata via la schiuma in superficie)
    • Copriamo con la pellicola trasparene a contatto con la crema per evitare la formazione della pellicina più dura. Far raffreddare in frigorifero.

    COMPOSIZIONE DELLA TARTELLETTA

    Riempire ogni tartelletta con della crema pasticcera e decorare con frutta a piacere.

    N.B. se la frutta viene tagliata spennellarla con della gelatina a freddo per non farla ossidare e seccare.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    crostata alla crema e composta di mirtilli 1 febbraio , 2010

    Posted by vogliadidolci in creme, crostate, pasta frolla.
    Tags: , , , , , , ,
    add a comment

    Questa crostata è una tra le cose più buone che io abbia mai mangiato… è cremosa e croccante al tempo stesso, e forse, in qualche modo mi ricorda anche “la mia infanzia” dato che le prime cose che facevo erano proprio delle crostate!

    Ma ora passiamo alla ricetta vera e propria..è un pò lungo il procedimento, ma molto molto semplice 🙂

    dosi indicate per una tortiera da 22 cm circa di diametro

    Per la PASTA FROLLA

    250 g farina “00″

    125 g burro morbido

    70 g zucchero

    2 tuorli

    aroma a piacere (a me piace molto con la scorza di un limone grattuggiata)

    un pizzico di sale (per esaltare i sapori)

    0.25 dl acqua (un cucchiaio da minestra)

    • Setacciare la farina e menscolarla all’aroma, il sale e lo zucchero; porre il tutto sul piano da lavoro e formare una fontana dove al centro metteremo il burro, i tuorli e l’acqua.
    • Lavorare bene tutti gli ingredienti in pochi minuti per non rischiare di sciogliere il burro e farla risultare troppo dura in cottura ottenendo un composto omogeneo ma non ancora elastico
    • Formare in panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti (questo farà si che tornerà la durezza del burro e quindi una successiva friabilità ed elasticità)
    • Infarinare il piano di lavoro e tirare la frolla a 0.5 cm

    Per la CREMA PASTICCERA

    250 ml latte

    65 g zucchero

    2 tuorli

    20 g farina

    aroma a piacere (scorza di limone, cannella, vaniglia..)

    • Portare a ebollizione il latte con l’aroma scelto
    • In una ciotola a parte sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che non si otterrà un color giallo canarino, aggiungere la farina precedentemente setacciata e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi
    • Fuori dal fuoco versare il latte nel composto di uova: con una frusta sbattere il tutto per poter amalgamare tutti gli ingredienti, rimettere sul fuoco.
    • Continuando a mescolare addensiamo la crema a fuoco molto basso, ci vorranno circa 3 minuti (fino a che non sarà andata via la schiuma in superficie)
    • Copriamo con la pellicola trasparene a contatto con la crema per evitare la formazione della pellicina più dura. Far raffreddare in frigorifero.

    per la COMPOSTA AI MIRTILLI

    250 g mirtilli freschi

    70 g zucchero

    un pizzico di zenzero in polvere

    • In una pentola porre i mirtilli con lo zucchero e lo zenzero, mettere sul fuoco e, a calore moderato, coprire e lasciar cuocere per 5 minuti. Aprite il coperchio e, se il composto non dovesse aver creato il suo sciroppo dato dalla cottura, aggiungete un cuchiaio d’acqua, ricoprite e lasciate cuocere altri 10 minuti.
    • Trascorso questo tempo, toglieteli dal fuoco e lasciateli raffreddare.

    per la CREMA ALLA RICOTTA

    125 g ricotta fresca

    10 g di zucchero

    1 tuorlo

    • Setacciare la ricotta per evitare la formazione di grumi e aggiungere lo zucchero e il tuorlo.
    • Sbattere il tutto molto bene finchè otterrete un composto liscio ed omogeneo.

    per la MERINGA

    1 albume (40 g)

    40 g zucchero

    • unire i due ingredienti e montare molto bene finchè, una volta spenta la planetaria o  le fruste, dando un colpo secco all’impasto non formi  il becco d’oca.

    COMPOSIZIONE DELLA TORTA

    1. Porre la frolla precedentemente tirata a 0.5 cm nella tortiera, (non serve infarinarla e imburrarla perchè già l’impasto contiene dei grassi e quindi non c’è il rischio che si attacchi) bucarla, darle la forma della tortiera e, a piacere decorate il bordo (io ho usato un semplice tagliapasta dentellato) e coprirla con della carta forno, riempirla con del sale grosso (uso il sale perchè è un buon conduttore di calore) per evitare che gonfi e infornarla a 180°C per 1o minuti.
    2. Trascorso questo tempo, togliere il sale e infornarla altri 10-15 minuti finchè non diventi dorata.
    3. A questo punto toglierla dal forno e iniziare con la stratificazione delle creme: sul fondo mettere la crema pasticcera realizzata in precedenza, sopra la crema alla ricotta e, infine, la composta di mirtilli sparsa su tutta la crostata.
    4. Con la meringa ottenuta creare dei ciuffetti e, se ne avete la possibilità, caramellateli con il cannello o in alternativa, mettete 2  minuti la crostata in forno con la funzione grill.

    Servire fredda.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.