jump to navigation

mini soufflé au chocolat et orange 29 aprile , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato, dolci al cucchiaio.
Tags: , , , , , ,
5 comments

Cioccolato..le ultime arance..i primi fiori super colorati che sbocciano ai primi raggi di sole..quando ancora c’èera il sole perchè con ste giornate….

e che dire dai soavi profumi sprigionati dal forno e sparsi per casa una volta ultimata la cottura di questo dolce?

Io amo i dolci mini. Perchè? forse perchè ti danno l’idea che se ne mangi uno ne puoi mangiare un secondo (tanto sono mini! 🙂 ) perchè mi danno l’idea di leggerezza, dolcezza, simpatia ma soprattutto un piccolo peccato goloso che tutti si possono concedere..anche dopo tutte queste feste goderecce.

Mini soufflé al cioccolato e arancia (per 6 persone ma in queste tazzine da caffè per 10)

150 g cioccolato fondente 70%

200 g uova (4 )

100 g zucchero (per me 70 g)

200 g panna

5 g fecola di patate

5 g cacao amaro

in più per me: scorza di 1 arancia grattugiata

zucchero e burro per gli stampini

  • Imbarrure e zuccherare tutti gli stampini.
  • Tagliare a pezzi il cioccolato e fonderlo o a bagnomaria o al micro-onde con la panna
  • Montare a neve gli albumi aggiungendo poco per volta lo zucchero
  • Unire al cioccolato tiepido la scorza, i tuorli, la fecola e il cacao setacciati insieme precedentemente.
  • Unire in tre tempi gli albumi mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
  • Versare negli stampini e porre in frigo finchè il forno non arriva a 210°C
  • A questo punto infornare per 12 minuti senza MAI aprire il forno se no si smonta.
  • Decorare con delle fettine di arancia pelate a vivo e servire tiepido.

P.S. Se volete lasciare l’interno morbido fatelo cuocere solo 9 minuti.

Le uniche variazioni: ho diminuito la dose dello zucchero perchè a mio avviso era troppo dolce e stucchevole e ho aggiunto la scorza dell’arancia.

Questa ricetta è tratta da Encyclopédie du chocolat, libro molto valido e che ho già consigliato anche altre volte.

con questa ricetta partecipo allo starbooks di menù turistico

 


bavarese mix color 1 aprile , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, cioccolato, dolci al cucchiaio, semifreddi.
Tags: , , , , , , ,
add a comment

 

Non sapevo se far parti re il post con queste bellissime foto primaverili o…

Questa buonissima bavarese al cioccolato e panna con lamponi dove ricorda molto il primo calore primaverile e la miriade di colori che sbocciano in questi giorni…

E alla fine ho optato per il mio albicocco in fiore con tanto di api svolazzanti!

Non perchè non ami questo dolce nato un pò per caso, ma perchè adoro il caldo, queste belissime giornate e soprattutto i primi fiorellini che fan capolino dopo tanto freddo.

Si dice che normalmente le torte dovrebbero avere tre o quattro consistenze prima di cadere nell’eccesso (o almeno cosi dice il libro nella foto da dove non è tratta questa torta ma che consiglio davvero se capite il francese) e questo semifreddo le ha tutte: l’aspro del lampone, il dolce – mordibo della panna e del cioccolato, e la croccantezza della base di frolla.

Bavarese mix color panna, cioccolato e lamponi

(per uno stampo da plum cake di 30×15 cm)

Base:

225 g farina 00

100 g zucchero

175 g burro morbido

25 g tuorlo (cioè circa 1 tuorlo di un uovo medio)

Pannacotta:

200 g latte

200 g panna

6 g gelatina in fogli

40 g zucchero

vaniglia

Bavarese al cioccolato:

167 g latte intero

33 g zucchero

66 g tuorli

6 g gelatina in fogli

167 g cioccolato al 65%

400 g panna

  • Frolla: Porre tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare circa 30 secondi fino ad avere una palla ben omogenea
  • Avvolgerla nella pellicola trasparente e porla 30 minuti in frigorifero a rassodare
  • Tirarla ad uno spessore di 0.5 cm e tagliarla delle misure dello stampo, cioè 30×15 cm e con la frolla restante..farete dei biscotti friabilissimi 🙂
  • Porre sulla teglia, appoggiarvi sopra lo stampo capovolto con l’apertura sulla frolla per non farle cambiare forma in cottura e infornate a forno caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Pannacotta:  Ammorbidire la gelatina nell’acqua fredda per 3 minuti (capite che è pronta perchè è 5 volte il suo peso iniziale)
  • Filtrate il tutto, unitevi lo zucchero e mescolate finchè non sarà completamente sciolto.
  • Unirvi la gelatina ben strizzata e mescolate anc’essa finchè non si sarà completamente sciolta.
  • Foderate lo stampo con della pellicola e, quando sarà a 30°C versate la pannacotta nello stampo e ponete 30 minuti in congelatore.
  • Bavarese: sbattere tuorli e zucchero
  • Portare il latte a bollore e versarlo sui tuorli, riportare il tutto sul fuoco e portare a 82°C o finchè velerà il cucchiaio (e avrete ottenuto una crema inglese utile anche per delle salse d’accompagnamento)
  • Unire la gelatina precedentemente ammorbidita e il cioccolato precedentemente fuso; mescolare molto bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Quando il composto avrà raggiunto 30°c unire la panna montata e versare sulla panna cotta e riporre 30 minuti in congelatore.
  • nel frattempo la frolla si sarà raffreddata e ponetela sulla bavarese e riponete il tutto in congelatore.
  • Tiratela fuori due ore prima del servizio.
  • Decorate con dei lamponi fresci e delle fiammelle di cioccolato temperato.

 

Nel frattempo vi consiglio il libro in foto:

Encyclopédie du chocolat di Frédéric Bau e Pierre Hermé come collaboratore ma…dovete conoscere il francese purtroppo perchè non c’è in italiano.

la solitudine di un muffin al cioccolato..e non solo 1 marzo , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato.
Tags: , , , , , , ,
4 comments

L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi  (O. Wilde)

Quale affermazione più vera?!

Ci sono momenti in cui ci sentiamo un pò annoiati, vorremmo fare tutto e niente, mangiare qualche dolcino per sfizio ma niente di troppo dolce.. (forse la parola giusta è incontentabili? 🙂  ) magari sdraiati sulla nostra poltrona preferita, con un raggio del primo sole caldo che ci illumina il viso, con magari un bel panorama di cmpagna davanti ai nostri occhi..penso sarebbe fantastico! e soprattutto il massimo del relax! sfogliando una rivista o un bel libro..probabilmente senza far caso a ciò che stiamo realmente guardando, con una bella tazza di tè fumante tra le mani…. ahhh che sogno!

Devo dire che io non sono molto simpatizzante per i muffin ma, avendo a disposizione poco tempo (questa volta) ho optato per questa colazione soffice e preparata esattamente nel tempo in cui il mio forno ci ha impiegato ad arrivare a 180°C quindi..10 minuti circa 🙂

 

MUFFIN DEI DIECI MINUTI CON CACAO, COCCO E MANDORLE

(Per 6 muffin)

125 g farina “00”

10 g baking (comunemente chiamato lievito per dolci)

50 g uova (1 uovo intero)

65 g zucchero

40 g burro

130 g latte

35 g cocco rapè (comunemente chiamata farina di cocco)

30 g cacao dolce (se lo avete amaro va bene comunque)

mandorle a lamelle q.b.


  • Preriscaldare il forno a 180°C
  • Portare a bollore latte e burro, poi spegnere il fuoco e porvi in infusione il cocco per 10 minuti.
  • In una ciotola unire tutti gli ingredienti secchi cioè baking, zucchero, farina e cacao e setacciarli.
  • Sbattere l’uovo e unirlo al composto di latte.
  • Unire gli ingredienti liquidi alle polveri e amalgamare bene.
  • Ora il forno sarà arrivato a temperatura..ponete delle lamelle di mandorla sul fondo dello stampino, versate l’impasto negli stampini desiderati, spolverate in superficie altre mandorle e infornate a 180°C per 15 minuti (fate la prova stecchino: se infilato nel dolce uscirà asciutto è cotto oppure..saprete che sono cotti perchè avrete la casa invasa dal profumo di cocco e cacao)
  • Sformateli da freddi

 

E anche con questa ricetta (l’altra era la crostata di cioccolato con pere e tartufi) partecipo al contest di farina del mio sacco

 

 

torta tenerella 24 gennaio , 2011

Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
Tags: , , , , ,
1 comment so far

A volte ci sono ricette che non penseresti mai di fare in quel momento e per quella occasione..

A volte ci sono ricette che sfogliando un libro ti capitano sempre sotto gli occhi e rimandi sempre..

A volte, come è capitato a me questa mattina abbastanza fredda di Gennaio, ti chiedono di fare una torta per un’occasione speciale ma non hai la più pallida idea di cosa fare..

Sai solo che il cioccolato piace sempre e comunque, che Maurizio Santin è sempre un’ottima guida e che le fragole e il rum stanno a braccetto con il cioccolato..

E così, forse un pò per caso e forse per una precedente idea visiva notturna (si a volte mi capita di immaginarmi delle tore di notte…. 😀 ), sfogliando il mio quadernino di ricette (davvero molto ricco dove non credo che riuscirò mai a farle tutte), son capitata su questa ricetta di Santin, la torta tenerella.

Dopo aver dato una veloce controllata nel frigo e nel mio armadio dei liquori se avevo tutto, e dopo aver constatato che non era cosi, l’ho fatta.

L’ho rivisitata un pò togliendo, cambiando o aggiungendo degli ingredienti ma…vi metto entrambe le versioni mettendo le mie varianti tra parentesi.

TORTA TENERELLA

200 g cioccolato fondente al 55 %

100 g burro

100 g zucchero

60 g farina

80 g tuorli (in totale sono 4 uova tra tuorli e albumi ma pesateli!)

120 g albumi

40 g grand marnier (40 g rum scuro)

peperoncino

(fragole surgelate o fresche a pezzi se le avete)

  • Fondere a bagnomaria il ciocolato e il burro e mescolare per amalgamare bene il composto.
  • Nel frattempo montate gli albumi con lo zucchero (la mia mamma è di ottimo aiuto in questo, e non solo..grazie mamma :))
  • Unire i tuorli uno alla volta nel cioccolato mescolando, poi la farina setacciata con il peperoncino e il liquore.
  • Amalgamare gli albumi mescolando da sotto a sopra per non smontare l’impasto e versare in una tortiera imburrata e infarinata ( la mia era da 26 ma è troppo grande perchè verrà un pò bassa, vi consiglio una 22)
  • Sulla superficie disporvi le fragole e infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Far raffreddare, sformare e spolverare di zucchero a velo e peperoncino.

cioccolato, pere e tartufi 5 luglio , 2010

Posted by vogliadidolci in cioccolato, crostate, pasta frolla.
Tags: , , , , , , , ,
4 comments

Finalmente vedete il mio assaggiatore..o meglio..la sua ombra! si perchè quello là dietro..è il mio ragazzo, ovvero colui che assaggia i miei disastri o le mie opere 😀 (modestia a parte).

La crostata cioccolato e pere è molto semplice, ma perchè non complicarci la vita aggiungendo dei tartufini al rum, dei veli di pera e una rosa in cioccolato plastico?!

A quanto mi è stato detto..l’hanno tutti gradita molto (e ci credo! a chi non piace il cioccolato, soprattutto fondente?!)

E’ una ricetta semplice ma di “lunga” esecuzione, ma alla fine ne rimarrete mooolto soddisfatti, ve lo assicuro!

Ah..un’ultima cosa prima di iniziare la ricetta, in questo caso ho utilizzato uno stampo da 30 cm di diametro.

CROSTATA CIOCCOLATO, PERE E TARTUFI AL RUM

Per la frolla

250 g farina “00”

130 g burro morbido

70 g zucchero

40 g tuorli

scorza di 1 limone grattugiata

1 g sale

20 g acqua

Per la ganache

500 g cioccolato 50%

300 g panna

130 g burro

100 g miele

Per i tartufi al rum

Utilizzate la ganache che vi avanza dalla crema aggiungendovi

80 g rum scuro

Per la decorazione

  • rose in cioccolato plastico
  • fettine di pera caramellate

    marmellata di albicocche

    dadini di pera

    • Per la frolla:
    • Setacciare la farina e menscolarla alla scorza, il sale e lo zucchero; porre il tutto sul piano da lavoro e formare una fontana dove al centro metteremo il burro, i tuorli e l’acqua.
    • Lavorare bene tutti gli ingredienti in pochi minuti per non rischiare di sciogliere il burro e farla risultare troppo dura in cottura ottenendo un composto omogeneo ma non ancora elastico
    • Formare in panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porlo in frigorifero per almeno 30 minuti (questo farà si che tornerà la durezza del burro e quindi una successiva friabilità ed elasticità)
    • Infarinare il piano di lavoro e tirare la frolla a 0.5 cm, bucarla
    • Porla nello stampo imburrato e infarinato, coprirla con della carta stagnola, riempirla di sale grosso per non farla gonfiare e infornare a 180°C per 7 minuti, poi togliere il sale e infornare altri 5-6 minuti fino a doratura di tutta la frolla. Farla raffreddare e sformatela (io l’ho lasciata nello stampo per facilitare il trasporto)
    • Per la ganache:
    • Tagliare a pezzetti il cioccolato e farlo fondere.
    • Nel frattempo portare a bollore la panna, dopodichè versarla sul cioccolato e mescolare fino a che non avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.
    • Coprire con della pellicola e portare a 26°C
    • Per i tartufi: unire a una parte di crema (io l’ho aggiunto alla crema restante dopo averla colata nelo stampo) il rum e mescolate molto bene. Far raffreddare.
    • Una volta fredda, formate delle palline da 8 g cad, rotolatele nel cacao amaro e ponetele in frigo a solidificarsi completamente.
    • Per la decorazione: tagliate con un’affettatrice o una mandolina, delle fette di pera molto sottili, fate scaldare un pochino di burro e scottatele 2 secondi da una parte e due dall’altra.
    • Composizione del dolce: Riprendete lo stampo in frolla e, con molta delicatezza spalmatevi un velo sottile di confettura di albicocche sul fondo.
    • Coprite con dei dadini di pera precedentemente saltati in padella con una noce di burro e un pochino di zucchero e fatti raffreddare.
    • Versatevi la ganache fino a 0.5 cm dal bordo. Con la crema avanzata formate i tartufi come descritto in precedenza.
    • Una volta che i vostri tartufini saranno ben sodi, porli a filo del bordo, decorare con le fettine di pera poste a ventaglio nel centro e una rosa in cioccolato plastico.

    margherita variegata 21 giugno , 2010

    Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
    Tags: , , , ,
    4 comments

    Cosa mangiare per la prima colazione se non un ciambellone (che ciambellone non è) morbido, soffice e cioccolatoso? Un margheritone con una bella tazza di latte ovviamente!

    Questa ricetta è nata per caso dovendo finire delle cose che avevo in dispensa tra cui mandorle e cacao, e un pò per noia perchè non sapevo cosa fare dato che non mi piace star sempre nel dolce far niente (ho anche fatto la rima!), ma non sapendo come continuare a introdurre questo post.. eccovi la ricetta!

    CIAMBELLONE VARIEGATO

    Per uno stampo da 24 cm circa di diametro

    150 g uova

    50 g mandorle a lamelle

    75 g zucchero

    65 g farina “00”

    10 g cacao amaro

    • Montare le uova a temperatura ambiente (o ancora meglio se portate a 40°C e poi montate) con lo zucchero per 20 minuti circa.
    • Unire le mandorle a lamelle mescolando da sotto a sopra e tutta la farina setacciata.
    • Dividere il composto in due parti:  in una unirvi il cacao setacciato sempre mescolando da sotto a sopra.
    • Porre il composto bianco sul fondo della tortiera e sopra quello al cacao. Formare delle linee all’interno dell’impasto con uno spiedino per formare la variegatura.
    • Infornare a forno già caldo a 180°C per 20 minuti; facendo la prova stecchino quest’ultimo dovrà risultare asciutto.
    • Una volta freddo sformatelo e decoratelo a piacere.

    N.B. Io ho utilizzato uno stampo in silicone e quindi non ho dovuto foderare lo stampo, ma se voi ne utilizzate in acciaio, vetro, alluminio o qualsiasi altro materiale, foderatelo con carta forno oppure imburratelo e infarinatelo prima di versarvici il composto.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    rose in cioccolato plastico 17 maggio , 2010

    Posted by vogliadidolci in cioccolato, paste base.
    Tags: , , ,
    40 comments

    Il cioccolato plastico o cioccolato plissé serve per donare eleganza alla torta e plasticità al cioccolato.

    Queste rose (non proprio perfette) le ho realizzate con del cioccolato fondente, ma potete usare qualsiasi tipo di cioccolato.

    Solitamente per questa procedura viene utilizzato il glucosio, ma dato che non tutti lo riescono a trovare..ve la propongo con il miele.

    CIOCCOLATO PLASTICO

    100 g cioccolato

    20 g acqua naturale

    40 g miele

    50 g circa zucchero a velo

    • Fondere il cioccolato al micronde o a bagnomaria, aggiungere l’acqua e il miele che amalgamerete molto bene mescolando.
    • Quando sarà tiepido (intorno ai 20°C) unire poco per volta lo zucchero a velo finchè assumerà  una consistenza plastica e non si attaccherà alle mani o al piano di lavoro.
    • Stendetelo e date la forma che dovrete utilizzare (per le rose ho fatto 5 picoli cerchi per formare i petali e il centro, li ho modellati e poi uniti)

    N.B.

    1. Per stenderlo usate dello zucchero a velo per “infarinarlo”  ed è possibile farlo con il mattarello o con la macchina tirapasta
    2. Se usate dei coloranti, devono essere liposolubili (si sciolgono cioè con sostanze grasse, come il cioccolato appunto) ed è consigliabile  unirli all’impasto all’inizio della lavorazione.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    sachertorte 12 marzo , 2010

    Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
    Tags: , , , , , , ,
    add a comment

    Questa è la torta che più amo in assoluto! Nonostante non mi piace più il cioccolato…è l’unica che mangerei a tonnellate! Quell’ottimo accostamentro tra il cioccolato fondente, la dolcezza della marmellata e la rotondità del gusto nell’insieme….

    Ma ora iniziamo con la preparazione che è un pò lunga e complessa.

    SACHERTORTE

    PAN DI SPAGNA AL CACAO (per una torta da 20 cm di diametro)

    150 g uova intere

    40  g zucchero

    40 g farina “00″

    scorza di un limone grattugiata

    un pizzico di sale

    un cucchiaino da tè di miele (meglio se lo trovate aromatizzato al limone o all’albicocca)

    20 g cacao amaro

    • Montare molto bene le uova con lo zucchero per alemeno 10-15 minuti finche non otterremo un composto bello gonfio e spumoso
    • Spegnere la planetaria o le fruste elettriche e, a mano, incorporare la scorza grattugiata, il miele (che serve per dare una colorazione più ambrata e darà un aroma in più) e la farina precedentemente setacciata con il sale e il cacao mescolando da sotto a sopra per non smontare il composto.
    • Porre l’impasto in una teglia (preferibilmente a cerniera) imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 190°C per i primi 10 minuti e a 180°C per altri 10. Infilzare uno stecchino nell’impasto e se uscirà asciutto è cotto.

    GANACHE (per una torta da 20 cm di diametro)

    250 g panna

    500 g cioccolato (al latte, fondente o bianco..a voi la scelta)

    • Tagliare a pezzetti il cioccolato
    • Porre la panna in una pentola, unire il cioccolato e mettere sul fuoco a fiamma non molto alta; sciogliere molto bene il cioccolato e tenerla a parte coperta da pellicola per alimenti a contatto con la ganache

    PER LA FARCITURA

    marmellata di albicocche

    COMPOSIZIONE DELLA TORTA

    • Tagliare il pan di spagna al cacao in tre parti e farcire ogni strato con un velo di marmellata di albicocche, (ancora meglio se fatta da voi!) dopodichè spalmatene un velo anche sopra e intorno (questo servirà a tenere la torta morbida e a farle aderire meglio la copertura)
    • Versare la ganache sulla torta (mi raccomando: deve essere molto fluida; se dovesse essersi raffreddata troppo ponetela in micronde o sul fuoco a fiamma molto bassa mescolando sempre) e lasciar raffreddare fuori dal frigorifero.
    • Una volta pronta,, preparare un cornetto con della carta forno e decorarla a piacere con della ganache, se ve ne è avanzata, o con del cioccolato fuso. (io intorno ho messo del “gran cru di cacao” ovvero i semi del cacao grezzi macinati…ma dubito che li troverete nei supermercati, e difficilmente nei negozi specializzati)

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    un amore…di torta 5 marzo , 2010

    Posted by vogliadidolci in cioccolato, torte.
    Tags: , , , , , , , , ,
    add a comment

    Direi che questa torta parla da sè quindi..iniziamo con la preparazione..è un pò lunghina ma ne vale la pena!

    PAN DI SPAGNA (vengono circa 3 cuori piccoli)

    200 g uova intere

    100 g zucchero

    100 g farina “00″

    scorza di un limone grattugiata

    un pizzico di sale

    un cucchiaino da tè di miele (meglio se lo trovate aromatizzato al limone o all’albicocca)

    • Montare molto bene le uova con lo zucchero per alemeno 10-15 minuti finche non otterremo un composto bello gonfio e spumoso
    • Spegnere la planetaria o le fruste elettriche e, a mano, incorporare la scorza grattugiata, il miele (che serve per dare una colorazione più ambrata e darà un aroma in più) e la farina precedentemente setacciata con il sale mescolando da sotto a sopra per non smontare il composto.
    • Porre l’impasto in una teglia (preferibilmente a cerniera) imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 190°C per i primi 10 minuti e a 180°C per altri 10. Infilzare uno stecchino nell’impasto e se uscirà asciutto è cotto.

    CREMA PASTICCERA

    250 ml latte

    60 g zucchero

    2 tuorli

    20 g farina

    scorza di un limone grattugiata

    15 g cacao amaro

    per la finitura:

    60 g panna montata

    • Portare a ebollizione il latte cona scorza di limone
    • In una ciotola a parte sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che non si otterrà un color giallo canarino, aggiungere la farina precedentemente setacciata e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi
    • Fuori dal fuoco versare il latte nel composto di uova: con una frusta sbattere il tutto per poter amalgamare tutti gli ingredienti, rimettere sul fuoco.
    • Continuando a mescolare addensiamo la crema a fuoco molto basso, ci vorranno circa 3 minuti (fino a che non sarà andata via la schiuma in superficie)
    • Trasferiamo la crema in una ciotola. Copriamo con la pellicola trasparene a contatto con la crema per evitare la formazione della pellicina più dura. Una volta fredda aggiungere il cacao amaro (2 cucchiai circa) e mescolare bene.
    • Stemperare la crema ottenuta con la panna montata mecolando da sotto a sopra per non smontarla

    BAGNA PAN DI SPAGNA

    150 g zucchero

    100 g acqua

    • In una pentola mettere nel seguente ordine: l’acqua e poi lo zucchero (per evitare la formazione di grumi) e mettere sul fuoco a bollire senza mai mescolare per non far granire lo zucchero.
    • Togliere dal fuoco e far raffreddare.
    • Unire del rhum o un aroma a piacere (in questo caso è meglio il rhum)

    per la finitura:

    granella di pistacchio

    lamponi

    COMPOSIZIONE DELLA TORTA

    1. Tagliare in 3 parti il pan di spagna, porlo nello stampo utilizzato (se è una forma senza fondo) e bagnare il primo strato con la bagna precedentemente preparata.
    2. Spalmare la chantilly al cioccolato, coprire con il secondo strato di pan di spagna, bagnare, mettere nel mezzo altra chantilly e della granella di piastacchio; coprire con l’ultima parte di pan di spagna leggermente bagnato anch’esso.
    3. Dare un’ultima spatolata di crema per livellare il tutto. Porre in congelatore per 30 minuti circa per poterlo rifinire e decorare.  Trascorso questo tempo togliere la torta dal disco e spalmare intorno la chantilly rimasta; attaccare della granella di piastacchio, e, sopra, decorare con dei lamponi freschi.

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

    cookies 3 marzo , 2010

    Posted by vogliadidolci in biscotteria, cioccolato, pasticceria mignon.
    Tags: , , , , , , , ,
    2 comments

    Questi biscotti sono di origine americana e il loro nome deriva dall’ inglese americano; il nome “cracker” è molto spesso usato per biscotti piatti saporiti, salati, in distinzione dai “cookies” (biscotti dolci), che possono essere simili ai “crackers” in aspetto e consistenza, ma che hanno gusto dolce.

    COOKIES

    300 g burro morbido

    225 g zucchero grezzo di canna

    120 g uova intere sbattute

    30 g miele

    200 g gocce cioccolato

    450 g farina “00”

    6 g baking (o lievito in polvere)

    vaniglia

    1 g sale

    • Montare leggermente il burro con lo zucchero, il miele, il sale e la vaniglia (tagliatela in verticale e, con un coltellino, togliete i semi)
    • aggiungere a filo le uova intere
    • setacciare insieme la farina e il lievito e unitelo al composto precedente semza smettere di montare e, per ultimo, aggiungete le gocce di cioccolato.
    • ponete il composto in un sac – à – poche con bocchetta tonda e liscia, la più grossa e, su di una teglia coperta da carta forno fate dei mucchietti ben distanziati tra loro (in forno lieviteranno leggermente) e infornateli a forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti

    NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.