jump to navigation

biscotto speziato alle mandorle 6 dicembre , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
add a comment

Ciao a tutti, so che non ci sono stata per molto tempo, ma sono stra impegnata in un sacco di cose e purtroppo causa forza maggiore ne devo “trascurare”delle altre.
Oggi vi do una ricetta molto natalizia che potrete usare per fare dei sacchettini da regalare.
Passiamo ora alla ricetta.

Ingredienti

500 g burro
400 g zucchero a velo
100 g uova intere
800 g farina
500 g mandorle
limone, anice, cannella

tritare grossolanamente le mandorle.
impastare insieme tutti gli ingredienti, coprire di pellicola e porre 1 ora in frigo.
formare dei cilindri di 4 cm circa di diametro, poi tagliare dele fette spesse 1 cm.
infornare a 180°C per 15 minuti.

biscotti alle castagne 12 settembre , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
Tags: , , , , ,
add a comment

Con questo tempo così incerto ieri mi son messa a formare questo strano grappolo d’uva formato però da tanti biscottini alle castagne e marmellata con un gusto particolare che ricorda il fresco autunno, dove nel frattempo ti immagini le foglie brune che cadono, la prima nebbiolina che la sera diventa una pesante coltre fredda e umida..ma poi ti ricordi ciò che stai mangiando..allora vai in cucina con la tua calda vestaglia, ti prepari una bella tazza fumante di tisana rilassante e ti metti davanti al caminetto al calduccio..e ci tuffi questi biscotti autunnali alle castagne..

Ma tutto questo non ora, tra qualche mese anche perchè chi accenderebbe ora il caminetto??

Biscotti alle castagne

125 g farina “00”

125 g farina di castagne

130 g burro

40 g tuorli (2)

60 g zucchero

marmellata a piacere q.b.

  • Porre tutti gli ingredienti nel mixer tranne la marmellata e azionarlo per 30 sec circa, finchè non si sarà ottenuta una palla omogenea, impellicolare  eporre 1 ora in frigo
  • Formare palline da 10 g cad., formare una fossetta nel centro e con un sac à poche o un cucchiaino porre nella fossetta la marmellata
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 15 minuti circa

margherite…frolline 26 luglio , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
3 comments

Ciao a tutti miei lettori e lettrici! 🙂

Quello che vedete non è un fiore, non è una margherita ma…un frollino buonissimo che  appena lo si inzuppa nel latte diventa una vera goduria e mangiato da solo è molto morbido e friabile allo stesso tempo.

Purtroppo ultimamente non riesco a seguire il mio blog (da un pò più di ultimamente)..è che ho un sacco di cose da fare tipo: i corsi, provare nuove cose per i vostri post, rispondere alle mail che mi scrivete (e vi ringrazio molto per questo 🙂 ) la casa..e tutte quelle cose quotidiane che tutti fanno.

Ma spero di poter seguire molto di più questo mio piccolo mondo che cresce anche grazie a voi 🙂

Frollini di pasta ovis

200 g farina “00″

150g burro morbido

62 g zucchero a velo

50 g tuorli

1 g sale

scorza di un limone grattugiata

  • Porre i tuorli nel micronde a rassodare e passarli al setaccio
  • Porre tutti gli ingredienti nel cutter e impastare 30 secondi
  • Avvolgere l’impasto ottenuto nella pellicola per alimenti e porre 30 min in frigo
  • Tirare a 0,5 cm e formare i biscotti con lo stampo desiderato
  • Infornare a 180°C per 10 minuti circa

bavarese mix color 1 aprile , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, cioccolato, dolci al cucchiaio, semifreddi.
Tags: , , , , , , ,
add a comment

 

Non sapevo se far parti re il post con queste bellissime foto primaverili o…

Questa buonissima bavarese al cioccolato e panna con lamponi dove ricorda molto il primo calore primaverile e la miriade di colori che sbocciano in questi giorni…

E alla fine ho optato per il mio albicocco in fiore con tanto di api svolazzanti!

Non perchè non ami questo dolce nato un pò per caso, ma perchè adoro il caldo, queste belissime giornate e soprattutto i primi fiorellini che fan capolino dopo tanto freddo.

Si dice che normalmente le torte dovrebbero avere tre o quattro consistenze prima di cadere nell’eccesso (o almeno cosi dice il libro nella foto da dove non è tratta questa torta ma che consiglio davvero se capite il francese) e questo semifreddo le ha tutte: l’aspro del lampone, il dolce – mordibo della panna e del cioccolato, e la croccantezza della base di frolla.

Bavarese mix color panna, cioccolato e lamponi

(per uno stampo da plum cake di 30×15 cm)

Base:

225 g farina 00

100 g zucchero

175 g burro morbido

25 g tuorlo (cioè circa 1 tuorlo di un uovo medio)

Pannacotta:

200 g latte

200 g panna

6 g gelatina in fogli

40 g zucchero

vaniglia

Bavarese al cioccolato:

167 g latte intero

33 g zucchero

66 g tuorli

6 g gelatina in fogli

167 g cioccolato al 65%

400 g panna

  • Frolla: Porre tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare circa 30 secondi fino ad avere una palla ben omogenea
  • Avvolgerla nella pellicola trasparente e porla 30 minuti in frigorifero a rassodare
  • Tirarla ad uno spessore di 0.5 cm e tagliarla delle misure dello stampo, cioè 30×15 cm e con la frolla restante..farete dei biscotti friabilissimi 🙂
  • Porre sulla teglia, appoggiarvi sopra lo stampo capovolto con l’apertura sulla frolla per non farle cambiare forma in cottura e infornate a forno caldo a 180°C per 15 minuti.
  • Pannacotta:  Ammorbidire la gelatina nell’acqua fredda per 3 minuti (capite che è pronta perchè è 5 volte il suo peso iniziale)
  • Filtrate il tutto, unitevi lo zucchero e mescolate finchè non sarà completamente sciolto.
  • Unirvi la gelatina ben strizzata e mescolate anc’essa finchè non si sarà completamente sciolta.
  • Foderate lo stampo con della pellicola e, quando sarà a 30°C versate la pannacotta nello stampo e ponete 30 minuti in congelatore.
  • Bavarese: sbattere tuorli e zucchero
  • Portare il latte a bollore e versarlo sui tuorli, riportare il tutto sul fuoco e portare a 82°C o finchè velerà il cucchiaio (e avrete ottenuto una crema inglese utile anche per delle salse d’accompagnamento)
  • Unire la gelatina precedentemente ammorbidita e il cioccolato precedentemente fuso; mescolare molto bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Quando il composto avrà raggiunto 30°c unire la panna montata e versare sulla panna cotta e riporre 30 minuti in congelatore.
  • nel frattempo la frolla si sarà raffreddata e ponetela sulla bavarese e riponete il tutto in congelatore.
  • Tiratela fuori due ore prima del servizio.
  • Decorate con dei lamponi fresci e delle fiammelle di cioccolato temperato.

 

Nel frattempo vi consiglio il libro in foto:

Encyclopédie du chocolat di Frédéric Bau e Pierre Hermé come collaboratore ma…dovete conoscere il francese purtroppo perchè non c’è in italiano.

diamanti al rabarbaro 24 febbraio , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, pasticceria mignon.
Tags: , , , , ,
add a comment

E chi l’ha detto che un diamante è per sempre?!

Di sicuro non è il loro caso, soprattutto se vi piace il gusto limonoso del rabarbaro,  perchè appena ne proverete uno spariranno in un batter d’occhio.

E poi..cosa c’è di meglio che mangiare delle piccole friandises dolci e gustose davanti ad un buon libro? penso che sia l’accoppiata perfetta: divano, biscottini, coperta. un buon the e dei fantastici biscottini 🙂

DIAMANTI AL RABARBARO

(per circa 25 biscotti)

200 g farina “00”

50 g fecola di patate

125 g zucchero

40 g tuorli (2 circa)

sale

10 g acqua fredda

125 g burro morbido

marmellata di rabarbaro q.b.

  • Impastare insieme tutti gli ingredienti eccetto la marmellata. questa operazione la potete fare a mano, oppure con un mixer frullando il tutto fino ad ottenere una palla omogenea.
  • Coprire con della pellicola per alimenti e porre 30 minuti in frigo.
  • Formare delle palline da 20 g cadauna.
  • Con il manico di un cucchiaio di legno (o con un dito) fate una leggera pressione per formare un’incavo nel centro del biscotto.
  • Riempire l’incavo con la marmellata con l’aiuto di un sac à poche, porre su una teglia e infornare a 180°C in forno già caldo per 15 minuti circa (finchè risulteranno dorati)
  • Una volta freddi potete toglierli dalla teglia (non fatelo da caldi perchè sono molto fragili e friabili) e conservateli in una scatola di latta…se vi riesce 🙂

Partecipo nel frattempo al contest del blog di Farina del mio sacco

http://farina-del-mio-sacco.blogspot.com/2011/02/il-mio-primo-contestla-fabbrica-di_10.html

dolci e romantici frollini 14 febbraio , 2011

Posted by vogliadidolci in biscotteria, pasta frolla.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Oggi è San Valentino, la festa di tutti gli innamorati e non solo..è anche il mio onomastico!

L’ho sempre trovata una festa inutile  e molto consumistica (come purtroppo tutte le feste ormai), ci si deve sentire innamorati e felici tutto l’anno, non in una sola giornata.
E’ anche vero che a tutti fa piacere ricevere un dolcino, un cioccolatino o un piccolo pensierino (ho finito i diminutivi 😀 ) da qualcuno, non obbligatoriamente dalla persona amata e così vi lascio la ricetta di questi frollini mooolto friabili decorati con una punta di marmellata e una perlina argentata alimentare.
I miei sono a forma di fiore, ma li potete fare di qualunque forma desiderate..nel frattempo vi lascio anche la foto durante i lavori 🙂 e…buon San Valentino a tutti!!
P.S. volevo informarvi che i corsi presenti in questo post sono sempre disponibili ma su richiesta, mandatemi una mail a vogliadidolci@gmail.com e ci metteremo d’accordo.

FROLLINI

150 g fecola

300 g farina “00”

350 g burro pomata (morbido)

125 g zucchero a velo

100 g  tuorli sodi ( 5 tuorli circa)

sale

scorza di 1 limone grattugiata

  • Passare al setaccio i tuorli.
  • Impastate insieme tutti gli ingredienti o se volete fare più infretta versate tutto in un frullatore e fate girare per 10 secondi circa o finchè vedrete che l’impasto è ben amalgamato. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo 1 ora in frigo.
  • Infarinate il piano di lavoro e tirate la pasta a 0,5 cm di spessore, coppate i biscotti della forma desiderata, decorateli con della marmellata e delle perline colorate o a vostro piacimento.
  • Infornare in forno già caldo a 180°C per 10 – 15 miuti circa, finchè la superficie risulterà ben dorata.
  • Lasciateli raffreddare sulla placca perchè appena sfornati sono molto friabili e fragili poi…donateli a chi volete 🙂

viva gli esperimenti! 11 luglio , 2010

Posted by vogliadidolci in biscotteria.
Tags: ,
add a comment

Ogni tanto anche io faccio delle schifezzuole! ahahah

Come gusto non era male, anzi! ma è l’aspetto che lasciava un pò a desiderare!

Ma scusate..mi avanzava della frolla e una fragola intera che faccio..li butto?! eh no eh!

E così ho deciso di avvolgere la fragola nella frolla, darle una forma più o meno regolare e decorarla come se fosse una vera e propria fragola 😀

Come gusto sembra di mangiare un biscotto con la marmellata alla fragola (il che è buono) ma il problema si è rivelato in cottura! Essendo un frutto che contiene molta acqua, appena la frolla stava per finire la cottura, mi si son create delle piccole crepe nella pasta dovute appunto alla fuoriuscita di liquidi ahahah

Diciamo che…oltre ad avere la cucina invasa dal profumo di fragole e biscotti…avevo la carta forno intrisa di sciroppo di fragola che, cuocendo, si è cristallizzato 😀

Ripeto..il gusto è buono..ma se le volete realizzare…vi consiglio di trasformarle in biscotti con una confettura alle fragole.

torciglioni di pasta madre, cioccolato e uvetta 7 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in biscotteria, pasticceria mignon.
Tags: , , , , , ,
add a comment

Non sapevo come introdurre questo post e, per vari motivi, lo avrò riscritto 4 o 5 volte: o perchè non mi piaceva, o perchè sbagliavo qualcosa o per il semplice motivo che non mi convincevano le parole scritte..ma ora lo lascio così com’è anche se non mi convience ancora pienamente 🙂

Questa ricetta trovata non ricordo su quale sito ne quando, è un modo molto gustoso per non buttare la pasta madre prima del rinfresco..e soprattutto…..è senza uova e senza latticini! per tutte quelle persone che hanno allergie o intolleranze.

Io vi ho apportato qualche modifica per renderla più dolciastra e gustosa.

Sembrano molto dei grissini all’apparenza, ma più acidosi e dolciastri allo stesso tempo.

TORCIGLIONI DI PASTA MADRE CON UVETTA E CIOCCOLATO

400 g pasta madre prima del rinfresco

80 g farina “00”

25 g olio d’oliva

25 g olio semi

80 g cioccolato fondente al 60%

3 g sale fine

20 g uvetta

sale grosso

  • Impastare la pasta madre con gli olii e la farina fino ad ottenere un composto morbido (l’olio dà maggiore friabilità al prodotto)
  • Unire il sale fine, il cioccolato tagliato a pezzetti (non tritato se no si scioglierebbe in cottura) e l’uvetta ammollata precedentemente per 2 minuti in acqua e rum in parti uguali (10 g acqua e 10 g rum).
  • Formare dei salsicciotti di 2 cm di diametro e arrotolarli su sè stessi.
  • Spennellare con dell’acqua e spolverare con del sale grosso.
  • Cuorere a forno preriscaldato a 190°C per 20 – 25 minuti o fino a doratura.

N.B. : L’uvetta va sempre ammorbidita prima di esser unita ad una preparazione perchè, essendo disidratata, toglerebbe acqua al prodotto in cottura e risulterebbe più duro.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

uno zucchero…un pò speciale 10 maggio , 2010

Posted by vogliadidolci in biscotteria, creme, erboristeria, paste base.
Tags: , ,
add a comment

ZUCCHERO ALLO ZENZERO E MENTA PIPERITA

Ho avuto l’ispirazione per questo zucchero qualche tempo fa, girovagando per le campagne del mio paesino..ho avuto la fortuna di incontrare un teppeto di menta piperita (la più buona secondo me) e così son corsa a casa a prendere un sacchettino di carta per far la scorta. Una volta arrivata, l’ho pulita, lavata e messa al sole a seccare per 3 giorni dopodichè..l’ho imvasettata e tenuta per delle occasioni.

Il problema delle mie occasioni è che me le sogno di notte e così, il giorno dopo, ho provato a fare questo zucchero profumatissimo!

Zucchero allo zenzero e menta piperita

250 g zucchero

10 g menta essiccata

5 g zenzero in polvere secco

  • Il procedimento è moooolto semplice, basta mettere tutto nel frullatore e…via per 10 secondi! Dopodichè invasate e lo tenere per aromatizzare i vostri dolci o per delle creme.

P.S. Io ho provato ad usarlo per fare un mou per accompagnare dei frollini ed è venuto ottimo! ma lo potete usare per togliere il sapore d’uovo al pan di spagna o per aromatizzare una crema.

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.

cookies 3 marzo , 2010

Posted by vogliadidolci in biscotteria, cioccolato, pasticceria mignon.
Tags: , , , , , , , ,
2 comments

Questi biscotti sono di origine americana e il loro nome deriva dall’ inglese americano; il nome “cracker” è molto spesso usato per biscotti piatti saporiti, salati, in distinzione dai “cookies” (biscotti dolci), che possono essere simili ai “crackers” in aspetto e consistenza, ma che hanno gusto dolce.

COOKIES

300 g burro morbido

225 g zucchero grezzo di canna

120 g uova intere sbattute

30 g miele

200 g gocce cioccolato

450 g farina “00”

6 g baking (o lievito in polvere)

vaniglia

1 g sale

  • Montare leggermente il burro con lo zucchero, il miele, il sale e la vaniglia (tagliatela in verticale e, con un coltellino, togliete i semi)
  • aggiungere a filo le uova intere
  • setacciare insieme la farina e il lievito e unitelo al composto precedente semza smettere di montare e, per ultimo, aggiungete le gocce di cioccolato.
  • ponete il composto in un sac – à – poche con bocchetta tonda e liscia, la più grossa e, su di una teglia coperta da carta forno fate dei mucchietti ben distanziati tra loro (in forno lieviteranno leggermente) e infornateli a forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941e successive modifiche.