jump to navigation

marmellata di prugne 20 settembre , 2010

Posted by vogliadidolci in marmellate e confetture.
Tags: , ,
trackback

Eccomi che torno dopo un piccolo periodo di causa dovuto alla preparazione dei corsi proposti in precedenza.

Purtroppo l’esate sta finendo, o forse è gia finita visto il tempo e le temperature ma..essendo stata provvidente e amando prepararmi le marmellate, come non poter sfruttare i 70 kg circa (avete letto bene, 70 kg!) di prugne regine (che poi son le prugne gialle) prodotte dal mio caro e piccolo alberello della bellezza di 35 anni?🙂 quest’anno si è proprio dato da fare nella produzione!🙂

Non sapevo più che fare di tutte quelle prugne! un pò le abbiam regalate, un pò (un pò troppe forse) le abbiam mangiate, e le restanti…marmellata a go go!!

Questa marmellata l’ho accostata a una buonissima brioche di Alain Ducasse che, non essendo troppo dolce, ci sta davvero perfettamente con il sapore asprigno – dolciastro.

Volete la ricetta? per quella della marmellata di sicuro, ma per la brioche…dovrete aspettare ancora un pochino..🙂

MARMELLATA DI PRUGNE

(per 16 vasetti da 250 g l’uno)

4 kg di prugne regine

1 kg di zucchero

1 mela (meglio se acerba o selvatica)

  • Lavare, denocciolare e tagliare a pezzi le prugne.
  • Pelare la mela e tagliarla a piccoli pezzi; dopodichè cuocerla 2 minuti in padella con 10 g di acqua e frullarla.
  • Porre le prugne, la mela e lo zucchero in una pentola capiente e mescolare per poter amalgamare il composto.
  • Coprire con un coperchio, mescolando ogni tanto, lasciando cuocere il tutto per circa 15 minuti; dopodichè scoperchiare e lasciar cuocere altri 45 – 50 minuti fino a che non otterrete una consistenza piuttosto densa.
  • Invasare subito ( e attenzione alle mani che è ustionante!🙂 ), chiudere con il coperchio e capovolgere il vaso fino a completo raffreddamento.

N.B. Un pò di risposte:

Perchè utilizzo la mela acerba o selvatica? perchè contiene molta pectina, (nelle industrie viene indicata con E440)  un gelificante che consente, in presenza di acqua e zuccheri, di addensare il composto in questione. Questo mi permette di avere una preparazione totalmente naturale senza l’aggiunta di altre sostanze.

Perchè la cuocio solo 1 ora? per non avere una concentrazione troppo alta di zuccheri che, anche se serve per la conservazione,  renderebbe la marmellata  troppo dolce se la si fa addensare troppo.

Perchè non far bollire i vasetti per sterilizzarli? perchè, dato che la marmellata è già bollente, appena si chiude e capovolge il vaso, si producono 2 aspetti: il sottovuoto e la sterilizzazione del vasetto.

Commenti»

1. eatitmilano - 18 ottobre , 2010

Ciao! complimenti per il blog, è molto carino! E, com’è piccolo il mondo, se sei di Origgio siamo anche quasi vicine di casa!😉

di nuovo complimenti! ti seguirò volentieri!

http://eatitmilano.wordpress.com


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: