jump to navigation

proprietà della melissa 26 giugno , 2010

Posted by vogliadidolci in erboristeria.
Tags:
trackback

fonte benessereblog

La pianta di Melissa (Melissa officinalis L.) era nota ai botanici dell’antichità che ne apprezzavano le qualità. Nel X secolo gli arabi la ritenevano valida contro la melanconia. Il nome sembra derivi dal greco “melinon” la cui radice “meli” significa “miele”. Ciò probabilmente deriva dal fatto che il profumo della pianta attira le api che ne succhiano volentieri il nettare.

La melissa è l’ingrediente principale del “Gran Charteuse”, meglio noto col nome di “Liquore di Francia”. Esso fu creato dai benedettini ed ottenne un successo così ampio da divenire celebre in tutta Europa. Questo liquore ha oltre ad un gradevolissimo sapore anche proprietà altamente digestive. Questo aspetto veniva spesso preso come scusa dalle dame per farne un uso non sempre morigerato. Inoltre questa pianta entra nella composizione della famosa “Acqua di melissa” delle carmelitane.

A modeste proprietà aromatiche accompagna consistenti qualità medicinali che ne fanno una pianta di comune impiego. L’infuso in particolare serve a combattere le vertigini e il nervosismo, a stimolare l’appetito e a facilitare la digestione. Per uso esterno il bagno di melissa è antireumatico; è inoltre spasmolitica della muscolatura liscia gastrointestinale, carminativa, idrocoleretica (stimola la secrezione della bile), eupeptica-stomachico (favorisce la secrezione dei succhi gastrici) e ansiolitico.

Trova quindi impiego in presenza di dispepsie, gastralgie, coliche intestinali lievi, stati ansiosi, insonnia nervosa e dismenorrea.

L’olio essenziale non deve essere usato in dosi elevate perché, in tal caso, provoca un effetto paradosso con agitazione e, in casi estremi, convulsioni e nefrite.

In cosmetica l’infuso di melissa aggiunto all’acqua del bagno è uno stimolante cutaneo; inoltre può essere utilizzato per la pulizia del viso.

In cucina può essere usata in vari modi: si possono preparare gustosi pasticcini e gelatine, torte, liquori e sciroppi. Ha un restrogusto che sa di limone.

Commenti»

1. what is the best pizza stone for ovens - 6 febbraio , 2013

Gently enable go and then set the spider upside down (with
its legs in the air) to dry. Sitting down there
on your counter, it rarely appears to be able of these types of
wonders, but the 1st timers and the seasoned cooks alike will appreciate incorporating
that common taste to their favorite dishes. The blood of those people who stay a everyday living
of try to eat, consume and be merry is essential and their breathing is completely easily.

2. tinyurl.com - 15 aprile , 2013

What i don’t understood is in reality how you’re not actually a lot more smartly-preferred than you might be right now.
You’re very intelligent. You realize therefore considerably in terms of this subject, produced me in my opinion believe it from so many various angles. Its like women and men aren’t interested except it is something to accomplish with Girl gaga!
Your own stuffs excellent. All the time deal with it up!

3. Moshe - 10 aprile , 2014

I got this web site from my buddy who told me concerning this web site
and now this time I am browsing this web page and reading
very informative posts here.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: